Prova LIV EnviLiv, cattiva ma non troppo

Pensata per le ragazze che amano la velocità e l’adrenalina. La EnviLiv si esprime al meglio quando si spinge a ritmo, ma se si ha una buona gamba sarà una buona compagna su ogni terreno.

TESTA BASSA

Divoriamo l’ultima barretta, la razione K che porto sempre di emergenza. Il buio sale dalla valle, è tempo di rientrare. Infiliamo l’antivento e ci lanciamo verso il lago a rotta di collo. La discesa mi esalta e ora sono io a fare l’andatura. Il feeling è ottimo. In posizione raccolta le caratteristiche della EnviLiv diventano palesi. Con pochi colpi di pedale la velocità diventa subito brivido e la sensazione è resa più piacevole dal senso di sicurezza trasmesso dall’avantreno, dalle gomme e dai freni.
Precisa e stabile soprattutto nei curvoni veloci, richiede un po’ di esperienza quando i tornanti si avvitano su se stessi. La maledizione del lockdown è una benedizione di sicurezza sulla strada, che è tutta per noi. Quando le curve si diradano ci diamo dentro. Catena sul 52 e scarica di Watt sui pedali. Sarà anche l’effetto della pancia vuota, ma mordendo il manubrio mi sembra di volare…
In fondo abbiamo la faccia congelata ma riusciamo ad aprire un sorriso che dice che il divertimento è stato ben oltre la fatica. Ci battiamo un “cinque” di gran soddisfazione e ci promettiamo che questo sarà solo il primo capitolo di una lunga storia.

LIV EnviLiv Advanced Pro

Prezzo: 4.599 euro
Taglie: da XXS a L
Colore: Black Chrome/Chrome
Telaio: fibra di carbonio Advanced Grade Composite
Ruote: fibra di carbonio Giant SLR aero 42/65
Trasmissione: Shimano Ultegra, guarnitura 36/52, cassetta 11-30 (11V)
Freni: a disco idraulici Shimano Ultegra
Gomme: Giant Gavia AC 1 700x25c, tubeless
Sella: Liv Alacra SL
Peso rilevato: 8,170 kg (taglia XS)

GEOMETRIE

Angolo sella: 75,0°
Angolo sterzo: 71,0°
Lunghezza carro: 405 mm
Stack: 508 mm
Reach: 371 mm
Interasse: 972 mm

PRO

– Trasmissione potenza
– Mantenimento velocità
– Comfort
– Rapporto qualità/prezzo

CONTRO

– Spacer sterzo in gomma
– Colorazione unica

 

IN SELLA

SI SPINGE

SI SALE

Foto Martina Folco Zambelli/HLMPHOTO