I migliori airbag da moto, il VIDEO – Aggiornato

Quali sono i migliori airbag da moto? Servono davvero? E come funzionano? Esiste un’omologazione? In questo servizio cerchiamo di rispondere a tutti i quesiti sugli airbag da moto, oltre a elencare i migliori sistemi oggi disponibili

Motoairbag MAB v3.0 Completo – 599,00 euro

L’azienda milanese Motoaribag è tra le più attive nel settore degli airbag da moto. Nata nel 1996, ha sempre avuto come mission la produzione (e vendita) di airbag da moto, ritenendoli molto più efficaci dei classici protettori rigidi. I loro prodotti (già dal v2.0 Completo) sono omologati secondo la normativa EN 1621-4 (e quindi possono sostituire le protezioni rigide come il paraschiena).

Il trigger meccanico, confermato anche con la v3.0, non è una casualità ma una precisa scelta progettuale: a sentire loro, oggi la massima affidabilità è garantita dalla meccanica di precisione, non dall’elettronica, e su un sistema d’emergenza come l’airbag da moto, l’affidabilità del sistema di gonfiaggio dev’essere più alta possibile.

Come un normale capo di abbigliamento

A proposito di Motoairbag 3, si è evoluto ulteriormente. Si indossa come un normale capo di abbigliamento e, in caso di incidente, si attiva automaticamente gonfiandosi e proteggendo in maniera efficace il motociclista. Tornando al sistema di innesco, Motoairbag punta sul Fast Lock, un’importante innovazione che sostituisce il vecchio “cavetto”. Fast Lock si collega sempre alla moto, funziona come la cintura di sicurezza, scattando solamente in caso di necessità.

Motoairbag MAB v3 è disponibile in 3 colorazioni e in 3 taglie regolabile e adattabili, vestendo sia le corporature minute che quelle più abbondanti. Inoltre, per ogni taglia, ci sono altre regolazioni per adattarsi sia a giacche estive che invernali, super imbottite. Da non dimenticare che Motoairbag è un dispositivo airbag certificato non semplicemente “CE” ma EN1621/4 di Livello 2 sia per il torace che per la schiena, quindi doppia certificazione. La protezione è di Livello 2, cioè è il massimo raggiungibile per un airbag. In pratica protegge 13 volte meglio di un protettore rigido.