Honda CRF 450XR Dual e Supermoto

La Honda CRF 450 XR dimostra che l’enduro può essere patrimonio di tutti e non solo di piloti professionisti super […]

La Honda CRF 450 XR dimostra che l’enduro può essere patrimonio di tutti e non solo di piloti professionisti super allenati. La XR nasce con questo intento: prende tutto il buono di cui dispone, e la sigla CRF non lascia dubbi, e con malizia tecnica riscrive alcuni dei parametri fondamentali.Come da tradizione il telaio scatolato in alluminio della Honda CRF 450XR sposa il comparto sospensioni della Showa con forcella da 49 mm e mono ammortizzatore con leveraggio Pro-Link completamente regolabile. Ruota da 21 pollici all’anteriore e da 18 pollici dietro con impianto frenante anteriore a margherita di 260 mm e pinza a doppio pistoncino, posteriormente disco di 240 mm. https://www.youtube.com/watch?v=L2RfNYEuLKgENDURO PER TUTTILa scheda tecnica ricalca le specifiche della categoria con il peso contenuto in 129,8 kg con il serbatoio in titanio da 7,6 litri pieno e la sella che rimane giustamente alta 940 mm da terra. Un peso giustificato dall’introduzione di tutti gli accessori omologati per l’utilizzo su strada, un diverso generatore con capacità maggiorata e un albero motore più pesante.NON STRAPPA LE BRACCIAÈ il nuovo albero motore della Honda CRF 450XR a rivestire un ruolo fondamentale nella guida: l’aumento della massa genera un’inerzia maggiore del 13%, che contribuisce a rendere la guida più morbida e meno esplosiva in condizioni di bassa aderenza, nonostante la potenza del monocilindrico con distribuzione Unicam sia di 43 cavalli. Il cambio è ora a sei rapporti e il pistone utilizza la tre fasce contro la singola: una soluzione che garantisce maggior durata, al punto che il primo intervento di manutenzione principale è previsto a 30mila chilometri, il cambio olio e filtro ogni 1.000 chilometri. Di serie ci sono piastra paramotore e impianto luci full LED.RUOTE DA 17″ PER L’ASFALTODalla versione Dual della Honda CRF 450XR alla supermoto il passo è breve. Honda ha deciso di lanciare in contemporanea l’allestimento dedicato all’asfalto, e volendo all’uso quotidiano. Le differenze con la versione enduro riguardano i cerchi ruota, che passano alla misura convenzionale di 17 pollici, e le quote principali: altezza sella di 890 mm, luce a terra di 265 mm e peso di 134,8 kg.Le specifiche del motard e le diverse velocità portano all’introduzione dell’impianto frenante della Brembo con disco anteriore di 320 mm. Tra gli accessori più interessanti figura il terminale di scarico della Termignoni.