Suzuki GSX-R1000 2019 e le altre novità a EICMA 2018

La Casa di Hamamatsu all’EICMA 2018 porta novità e aggiornamenti a tutto tondo, partendo dalla supersportiva GSX-R1000 2019, rivista in alcuni particolari

5 novembre 2018 - 12:11

Suzuki ha tolto i veli da un pezzo alle principali novità del 2019. La più interessante è senza dubbio la nuova Katana, lanciata a Intermot e riproposizione in chiave moderna della celebre, muscolosa naked anni 80 (qui il nostro approfondimento). Ma non sarà sola sul palco dell’EICMA 2018.
La sportiva di Casa

Un’altra importante novità è la GSX-R1000 2019, disponibile oggi in una livrea più racing ed equipaggiata con uno scarico dal profilo ridisegnato. A livello tecnico, la GSX-R1000 2019 si arricchisce del quickshifter bidirezionale, fino a oggi appannaggio della sola versione R. Quest’ultima mantiene come dotazione esclusiva il Launch Control, il Cornering ABS, la forcella Showa BFF e il monoammortizzatore Showa BFRC lite. Per la standard invece arrivano due ulteriori upgrade: tubi in treccia metallica per l’impianto frenante anteriore e una piccola asola nel telaio, che permette di regolare l’altezza del pivot forcellone, per una messa a punto dell’assetto più raffinata. Cambiano anche gli pneumatici di primo equipaggiamento, ora Bridgestone Battlax RS11. Dalla GSX-R1000 prende vita la Ryuyo, la moto pronto gara voluta da Suzuki Italia che ha suscitato molto scalpore e che proprio a EICMA si mostrerà al pubblico.


Tra motocross e moto-depo

Non solo strada: all’EICMA 2018 debutta la RM-Z250 2019, moto da cross con prestazioni che intendono diventare un riferimento. Grazie al lavoro degli ingegneri, ora il motore eroga il 5% di potenza in più, oltre a esprimere più coppia a tutti i regimi. Per migliorare l’agilità e la rapidità nei cambi di direzione, sono stati riprogettati telaio e forcellone, entrambi in alluminio, ed è stata utilizzata una nuova forcella. La frenata invece dovrebbe essere più incisiva grazie al nuovo disco anteriore da 270 mm. Non mancano il Suzuki Holeshot Assist Control (S-HAC), un sistema elettronico per partire a razzo, e l’inedito controllo di trazione, per ottimizzare la spinta in uscita di curva. Infine, sul palco di EICMA 2018 sfila anche la GSX-S750 in versione depotenziata a 35 kW, ideale quindi per i titolari di patente A2 (qui la nostra classifica).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Prova Rieju NUUK 110
L’anticonformista

Promozioni moto: Suzuki lancia la campagna estiva per GSX-S750 

Yamaha R1 2020
Tutto sulla nuova Superbike di Iwata