Prova Yamaha MT-09 2021, evoluzione della specie

Motore “pompato” e ciclistica riprogettata per la terza generazione di MT-09, che mantiene però tutte le sue caratteristiche dinamiche di vera e propria fun bike. Cosa che la distingue dalle concorrenti. Molto agile e con un tre cilindri favoloso per meno di 10.000 euro propone un pacchetto davvero completo

RIDE

Due sono i punti centrali da cui partire per parlare della nuova Yamaha MT-09: posizione di guida e motore. Due elementi che effettivamente distinguono la Yamaha MT-09 2021 da tutte le altre. Posizione di guida che è particolare, voluta così da Yamaha per creare una moto che fosse una fun bike, ancor prima di una naked sportiva. E questo lo si capisce anche dalla scelta di avere un’escursione della forcella più estesa del normale.

Su il busto

Yamaha MT-09 2021

Chi arriva da naked sportive o streetfighter, come potrebbero essere Street triple o KTM 890 Duke o anche la nuova Tuono 660, dovrà quindi mettere in conto di percorrere qualche chilometro per prenderci un po’ la mano, perché sulla MT-09 si troverà con il busto più eretto, il manubrio più alto e, alla fine, con un avantreno meno caricato, sicuramente molto veloce nei cambi di direzione, ma con un po’ meno di appoggio rispetto a quelli di moto che comunque si dichiarano più sportive. Una posizione, questa, ovviamente voluta da Yamaha e che sta a mezza via tra quella di una naked vera e propria e quella di una motard. Un unicum del segmento e che probabilmente è stato anche quello che ha reso apprezzata questa moto dal suo pubblico. Tra l’altro sulla Yamaha MT-09 2021  la posizione è regolabile ruotando i riser si può avvicinare il manubrio e da quest’anno si possono regolare anche le pedane per 14 millimetri in verticale e 4 in orizzontale.

La posizione in sella sta a mezza via tra quella di una naked vera e propria e quella di una motard. Unica nel segmento

Agile prima di tutto

Chi conosce questa moto ritroverà senza dubbio le stesse sensazioni anche sulla nuova MT-09, moto senza dubbio comoda, con un minimo di cupolino ci viaggi senza problemi, e decisamente apprezzabile da usare nella vita di tutti i giorni. Moto che fa dell’agilità nei primi 20/30 gradi di piega il suo punto di forza assoluto. In questo range, la Yamaha MT-09 2021 mostra le sue carte migliori, una moto facile, agile, veloce a cambiare direzione. Supportata in questo dalle Bridgestone S22 di primo equipaggiamento, che hanno profili molto veloci, soprattutto quello dell’anteriore. La seconda parte della piega invece è quella dove con la Yamaha MT-09 2021 devi lavorare di più, per terminare la manovra. Proprio qui si nota la sua posizione di guida particolare che alla fine fa si che la moto gradisca di più la guida pulita in sella senza troppi movimenti del corpo. Perché la puoi guidare un po’ in stile motard o anche portando il busto all’interno della curva, ma alla fine la migliore efficacia si ottiene restando semplicemente in sella e usando il manubrio come timone.

Più rigore dal telaio


Il passo avanti consistente lo ha fatto comunque l’insieme sospensioni telaio/forcellone . Ancora morbide e scorrevoli le prime (se volete qualcosa di più solido dovete salire con le regolazioni o passare alla MT-09 SP) ben più rigido il secondo, soprattutto per il nuovo montaggio interno al telaio. Una cosa che, insieme al nuovo setting del monoammortizzatore, ha praticamente eliminato del tutto i “pompaggi” delle precedenti MT-09. Intendiamoci non è che la moto del 2021 sia super rigida, il trasferimento dei pesi ancora c’è, ma è molto più solida da questo punto di vista offrendo un feeling migliore.

Freni promossi

Oltretutto la moto è frenata benissimo, la nuova pompa radiale fa il suo e i comandi sono “cremosi” e modulabili al millimetro, il posteriore è da accademia per quando funziona bene.

Motore super

Ma in ogni caso è il motore ad essere il vero protagonista della MT-09, un tre cilindri fantastico per come eroga la potenza e come la spalma su tutto l’arco di regime, era già bellissimo ora è ulteriormente migliorato riempiendo la curva di coppia. Un motore fluidissimo, che non devi mai aspettare, si fa trovare sempre pronto ed è praticamente sempre in coppia, con dei medi incredibilmente corposi (dai 4 ai 7000 è un portento), e vibrazioni scarsissime che compaiono solo oltre i 5000 giri sulle pedane. Il motore perfetto per andare su strada.

Un tre cilindri fantastico per come eroga la potenza e come la spalma su tutto l’arco di regime, era già bellissimo ora è ulteriormente migliorato riempiendo la curva di coppia

Gestione del gas

Yamaha MT-09 2021

Oltretutto è migliorato anche nella gestione del gas nella primissima parte riducendo, anche se non eliminando del tutto, quell’effetto on-off che caratterizzava le precedenti versioni. Questo almeno quando usi le mappature 1 e 2, con la 1 che è davvero migliorata tanto rispetto alla mappa A della precedente MT-09, mentre con la mappatura 3 più morbida nella risposta, scompare praticamente del tutto. Questo quando vuoi andare a spasso in modo rilassato aiuta non poco.

Gattopardesca

In conclusione, la MT-09 ha cambiato tutto ma è rimasta se stessa. Il motore era e resta il suo punto di forza, ancora migliore che in passato, con una capacità di spalmare la coppia in modo incredibile. La sua posizione di guida la rende unica nel segmento, e la rende una autentica fun bike con cui lasciarsi andare a numeri da stunt-man, più che buttarsi in pista.  Ultimo appunto al raggio di sterzo che ho trovato un po’ limitato e non aiuta molto nella guida in città.

Una moto completa

Yamaha MT-09 2021

Sulla nuova naked Yamaha non manca davvero niente, un appunto forse qualcuno lo potrà fare al compattissimo cruscotto TFT da soli 3.5 pollici, praticamente grande come un Nintendo DS. Io devo dire che alla fine la sua funzionalità non è in discussione: si legge bene e mostra tutte le informazioni che servono in modo chiaro, senza dover esagerare con le dimensioni. Una scelta voluta questa di Yamaha che sposa il minimalismo del design di questa moto e anche del suo nuovo frontale, con il faro che ha fatto tanto discutere ma che di sicuro distingue la MT-09 2021 da tutte le altre naked sul mercato. Se questo è un bene, lo dirà il mercato stesso.