Nuova Renault CLIO arancione toscana

Nuova Renault Clio, una rivoluzione in 5 punti. Il test

A guardarla non si direbbe, eppure la Clio V non ha in comune nemmeno una vite con la precedente.

18 settembre 2019 - 7:35
Cilindrata: 999 cc
-
Lungh/largh/alt (m): 4,05/n.d./1,44
-
Capacità bagagliaio: 391/1.069 litri
-

La nuova Clio, la quinta generazione di un modello nato nel 1990, è stata svelata da Renault ormai da qualche mese. Insomma, gli appassionati la conoscono molto bene. Navigando fra siti specializzati e non, ma anche su YouTube, è chiara però una cosa: non tutti hanno capito che si tratta di una macchina completamente nuova. Non si tratta di un restyling del modello precedente. Un lavoro che, a detta di Renault, ha permesso di migliorare la macchina sotto moltissimi aspetti. E io sono andato in Toscana per cercare di capire quali.

 

Vietato sbagliare. Prima di entrare nel merito, però, occorre fare una premessa importante. A far nascere l’equivoco sul “grado” di novità della francese è stata la continuità stilistica con il modello che l’ha preceduta. Una scelta dovuta, se si pensa che la Clio IV è stata la più venduta del suo segmento in Europa dal 2013 al 2018 e che lo scorso anno, in Italia, è stata non solo la straniera più venduta ma anche la seconda auto in assoluto. Insomma, cambiare fisionomia a questa auto sarebbe stato autolesionismo puro.

Commenta per primo