“Mi faccio l’auto”: da Amazon a Google e Dyson, chi ci ha provato e con quali risultati

Le grandi compagnie puntano all’elettrico: dagli e-commerce al mondo degli elettrodomestici. Investimenti miliardari da parte di Amazon, Google, Apple e perfino Dyson; l’auto elettrica del futuro è dietro l’angolo.

Amazon: robotaxi e logistica sostenibile

Amazon, tra i più grandi e popolari e-commerce di sempre, non ha avuto problemi a sborsare più di 1 miliardo di euro per entrare nel mondo dei veicoli elettrici acquisendo Zoox, società co-fondata nel 2014 da Jesse Levinson (figlio del manager Arthur D. Levinson, attuale presidente di Apple).

Nel corso di questo progetto, Amazon ha puntato a creare una sinergia tra Zoox e la sua rete logistica per le consegne. Con l’obiettivo di raggiungere le zero emissioni di CO2 entro il 2040, il gigante di Seattle si prefigge di impiegare 10.000 furgoni elettrici già a partire dal 2022. Questi nuovi mezzi saranno al top per quanto riguarda sicurezza e tecnologia.

amazon-robotaxi-zoox

Non solo veicoli destinati al trasporto merci ma anche passeggeri: Amazon ha la sua prima auto elettrica. Il veicolo in questione, nei cantieri di Zoox da oltre 5 anni e denominato robotaxi, sarà completamente elettrico e a guida autonoma (livello 5). Niente volanti o pedali, quattro ruote sterzanti e l’assenza di un fronte ed un retro: questo veicolo, innovativo anche nel design, dovrebbe avere una velocità massima di 120 km/h ed un’autonomia di 16 ore. Adatto come taxi, per il trasporto pubblico o di merci.

Tesla pone le basi

Waymo: Google si affida a Toyota, FCA e Jaguar Land Rover

Apple “iCar”: questioni di budget

Il fallimento di Dyson: commercialmente infattibile

Alibaba investe sulle auto elettriche

Conclusioni