“Mi faccio l’auto”: da Amazon a Google e Dyson, chi ci ha provato e con quali risultati

Le grandi compagnie puntano all’elettrico: dagli e-commerce al mondo degli elettrodomestici. Investimenti miliardari da parte di Amazon, Google, Apple e perfino Dyson; l’auto elettrica del futuro è dietro l’angolo.

Alibaba investe sulle auto elettriche

Alibaba, gigante cinese nel mondo dell’e-commerce, espande i propri orizzonti investendo sulla guida autonoma. L’esperienza nelle vendite online ha infatti portato Alibaba ad acquisire grandi conoscenze nel campo dei big-data e del cloud computing: settori in forte sinergia con le tecnologie utilizzate nel campo della guida autonoma come la gestione efficiente dei dati e l’intelligenza artificiale. Il progetto, da 1,5 miliardi di dollari, ha come risultato Zhiji Motor.

alibaba ecommerce

La parte di knowledge più industriale è invece affidata a SAIC Motor, terzo tra i 5 grandi produttori di automobili cinesi ed ora al fianco di Alibaba. Apparentemente un marchio non noto, SAIC è proprietaria della più famosa MG (acquisita nel 2007) ed è partner di altri gruppi industriali come Volkswagen e Volvo. Grazie a queste joint-ventures, SAIC Motor vende marchi come Buick, Cadillac, Chevrolet, Iveco e Skoda.

saic-motor-mg

Il lancio di Zhiji prevede inoltre lo sviluppo di accumulatori (batterie) con capacità nettamente superiori: i modelli in produzioni potrebbero avere un’autonomia di 1.000 chilometri. Il primi due modelli dovrebbero essere presentati a gennaio 2021, un terzo ad aprile in occasione del Salone di Shanghai, Covid permettendo.

Tesla pone le basi

Waymo: Google si affida a Toyota, FCA e Jaguar Land Rover

Apple “iCar”: questioni di budget

Il fallimento di Dyson: commercialmente infattibile

Amazon: robotaxi e logistica sostenibile

Conclusioni