C’è tanta Italia nelle auto tedesche. E in quelle francesi, inglesi… I numeri

Il settore della componentistica auto è uno dei più forti dell’export italiano. E dà lavoro a migliaia di persone…

QUASI 160.000 POSTI DI LAVORO

I numeri sono chiari e certificano l’importanza strategia per il sistema economico italiano del comparto. Come riporta lo studio “Trade componenti” di ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automotive), sono “oltre 2.200 imprese sul territorio, per un fatturato di 49,3 miliardi di euro e 158.700 addetti diretti (compresi gli operatori del ramo della subfornitura).Inoltre, mentre la bilancia commerciale dell’intero settore automotive italiano ha un saldo negativo, guardando alla sola componentistica il saldo è positivo da oltre 20 anni (6,5 miliardi di euro la media annua dal 2007 al 2019)”. Ancora: “Le esportazioni del settore componenti rappresentano nel 2019 il 4,6% di tutto l’export italiano, mentre le importazioni valgono il 3,7% circa”.

  1. MARCHIO ITALIANO SÌ, MA É DAVVERO MADE IN ITALY?
  2. COMPONENTISTICA AUTO DI OGNI GENERE
  3. QUASI 160.000 POSTI DI LAVORO
  4. BREMBO, MAGNETI MARELLI E NOMI MENO NOTI
  5. GERMANIA PRIMO PAESE PER IL NOSTRO EXPORT