C’è tanta Italia nelle auto tedesche. E in quelle francesi, inglesi… I numeri

Il settore della componentistica auto è uno dei più forti dell’export italiano. E dà lavoro a migliaia di persone…

LE AUTO VENGONO PRODOTTE IN OGNI ANGOLO DEL MONDO

Comprare una Fiat, per esempio, non è garanzia di tutela ( o creazione) di posti di lavoro e di creazione di valore aggiunto in Italia. Per essere più precisi possiamo dire che al giorno d’oggi le auto del gruppo FCA sono prodotte anche in Italia, non solo. Se, per esempio, si sceglie una 500 o una 500L, lavoro e PIL lo si va a dare a Polonia e Serbia, dove le due auto vengono assemblate, rispettivamente. E di sicuro si sta creando ricchezza – anche- in Olanda (dove FCA ha la sede legale) e in Inghilterra, Paese in cui FCA ha il domicilio fiscale.  Attenzione non si tratta di valutazioni di merito, di giudizi sulle scelte di Fiat Chrysler Automobiles: sono solo dati di fatto che i “nazionalisti a quattro ruote” farebbero bene a conoscere.

  1. MARCHIO ITALIANO SÌ, MA É DAVVERO MADE IN ITALY?
  2. COMPONENTISTICA AUTO DI OGNI GENERE
  3. QUASI 160.000 POSTI DI LAVORO
  4. BREMBO, MAGNETI MARELLI E NOMI MENO NOTI
  5. GERMANIA PRIMO PAESE PER IL NOSTRO EXPORT