BMW X2: il nuovo corso

28 ottobre 2017 - 18:10

La nuova BMW X2 è realtà. Chiamata ad ampliare la gamma bavarese affiancando le “sorelle maggiori” X6 e X4, condivide meccanica e pianale con l’X1. Diversamente da quanto lascerebbe intuire la “numerazione” adottata dal costruttore tedesco, non si colloca tra X1 e X3, bensì alla base dell’offerta all terrain BMW, dato che con una lunghezza di 4,36 metri è 8 cm più corta (e 7 cm più bassa) della nota sport utility entry level di Monaco. Già ordinabile in Italia, raggiungerà le concessionarie a marzo con prezzi da 44.100 euro.

Una linea di rottura

Diversamente da X4 e X6, la X2 propone una linea di coda personale, non troppo spiovente, inaugurando di fatto un nuovo capitolo del design BMW. Una “rottura” rispetto alla consuetudine ribadita dalla presenza del logo dell’Elica lungo i montanti posteriori – un omaggio alla coupé 3.0 CSL del 1972 – e dall’inversione della calandra a doppio rene. Omologata per cinque persone, può contare su di un bagagliaio da 470/1.355 litri. Valori poco distanti da quanto garantito dalla X1 (505-1.550 litri).


190 o 231 cv per il 2.0 turbodiesel
Basata sulla piattaforma modulare a trazione anteriore UKL1, vale a dire il medesimo pianale della più recente generazione della X1 e della MINI Countryman, la X2 è disponibile al lancio con due motorizzazioni 2.0 turbodiesel. Quadricilindrici da, rispettivamente, 190 cv e 400 Nm di coppia (X2 xDrive20d) oppure da 231 cv e 450 Nm in configurazione biturbo (X2 xDrive25d). Alla nota trasmissione automatica a 8 rapporti Steptronic del tipo mediante convertitore di coppia si accompagna la trazione integrale xDrive. Successivamente debutteranno anche in Italia un 2.0 turbo a iniezione diretta della benzina da 192 cv e 280 Nm, proposto nella versione sDrive a due ruote motrici, e i tricilindrici di derivazione MINI 1.5 turbo benzina, con cambio manuale, e 1.5 turbodiesel nelle varianti 2WD e 4WD.

M Sport X, doppia anima
La linea è di rottura. Ma anche gli allestimenti. Alle varianti Advantage, Business X ed M Sport si affiancherà la versione M Sport X. Una novità assoluta dalla vocazione sia sportiva sia all terrain. Un “ibrido” inedito. L’assetto high performance viene infatti abbinato a un’altezza da terra superiore di 10 mm alla M Sport e a cerchi in lega da 19 pollici. Quanto alla dotazione multimediale e di sicurezza, la X2 attinge a piene mani alle tecnologie già disponibili all’interno della gamma BMW, a partire dall’infotainment ConnectedDrive e dal controller multifunzione iDrive, passando per i protocolli di dialogo tra vettura e smartphone sino ad arrivare all’hotspot Wi-Fi e ai servizi online. Tra i sistemi di assistenza alla guida, infine, spiccano la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia e il cruise control adattivo con funzione Stop&Go nel traffico. In Italia, la X2 è preordinabile con prezzi da 44.100 euro per la xDrive20d e da 48.350 euro per la xDrive25d.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

RSD Dakar GS – Una R 1200 GS dakariana by Roland Sands

Dacia e Udinese Calcio, la partnership si rinnova

Volkswagen ID.4 in movimento gialla tre quarti anteriore

Volkswagen ID.4 contro Tesla Model Y e gli altri SUV elettrici