Nuova Honda Jazz
ibrida, city car e anche SUV

La city car Honda si rinnova completamente, dentro e fuori. Diventa ibrida, sfrutta nuove soluzioni costruttive e offre tanta tecnologia.

23 gennaio 2020 - 19:22

Nata da un foglio bianco, la city car compatta Honda Jazz incarna una nuova filosofia di design, racchiusa nel concetto giapponese di “Yoo no bi” che riconosce la bellezza negli oggetti di uso quotidiano perfezionati nel tempo ed ergonomicamente soddisfacenti.

SINUOSA ED ELEGANTE

Le superfici esterne, insolitamente lisce e l’elegante mascherina frontale hanno un ruolo chiave nel nuovo equilibrio visivo: tutte le linee, compresi i montanti e il profilo dei gruppi ottici posteriori, si uniscono armoniosamente tra loro dando la sensazione di continuità. L’altezza totale ridotta, unita al design del portellone posteriore proteso in avanti, dà forma a un abitacolo più compatto e ben bilanciato, oltre ad un assetto più stabile. Gli eleganti ritocchi stilistici, tra cui un raffinato spoiler posteriore e un design del gruppo ottico di qualità, completano la forma dinamica di Jazz mantenendo il profilo ben bilanciato. I raggi e i cerchi delle ruote sono progettati per essere il più possibile sottili, facendoli apparire più grandi per migliorare la forma visiva dell’auto.

ANCHE SUV

Per enfatizzare il fascino di Jazz, la robusta variante Crosstar presenta il look tipico di un SUV compatto, ideale per chi segue uno stile di vita attivo. Il suo maggiore impatto estetico è il risultato di un design audace della griglia anteriore, un’estesa finitura nera, soglie laterali e barre del tetto eleganti. I cerchi in lega specifici per la Crosstar, inoltre, creano una maggiore sensazione di stabilità e robustezza.

FUNZIONALITÀ AL POTERE

Gli interni sono essenziali e uniscono praticità e versatilità in un abitacolo ergonomico, semplice e ordinato. Il cruscotto si sviluppa intorno al guidatore e vanta un pannello strumenti sottile che si allarga orizzontalmente lungo l’abitacolo senza limitare il campo visivo. Il touchscreen centrale HMI da 9″ e il quadro strumenti TFT completo da 7″ – di serie – sono semplici e facili da leggere. Tutte le dotazioni e i comandi sono facili da raggiungere e usare, contribuendo ad un’esperienza di guida senza stress. I sedili anteriori offrono un supporto lombare migliore. L’esclusivo volante a due razze è stato progettato per enfatizzare la spaziosità dell’abitacolo, con l’angolo e la gamma di regolazione rivisti per migliorare il comfort del conducente. Lo spazio del sedile posteriore, leader nella categoria, e l’imbottitura più spessa consentono agli adulti di sedersi sul divano posteriore più comodamente.

IBRIDA E COMPATTA

Per integrare la nuova trasmissione ibrida a due motori, per la prima volta di serie, e mantenere uno spazio senza pari con livelli di comfort eccezionali, sono state sviluppate nuove tecnologie strutturali avanzate. I montanti anteriori ultrasottili danno vita a un arco dal cofano ai paraurti posteriori, innovazione che ha permesso di accorciare il frontale e avanzare l’abitacolo, massimizzando lo spazio interno e migliorando il senso di ampiezza dell’abitacolo. Il parabrezza panoramico e il vetro anteriore offrono grande luminosità regalando al conducente e al passeggero un ampio campo visivo, senza ostruzioni. I montanti anteriori e il design degli specchietti riducono al minimo il rumore e la resistenza causati dal vento e aumentano l’efficienza aerodinamica, migliorando la qualità degli interni.

SPAZIO E PRATICITÀ

Jazz conserva il pavimento piatto, per includere nel retro i suoi pratici “Sedili Magici”. Questa configurazione permette di abbattere o sollevare i sedili in posizione verticale, offrendo una versatilità ottimale per accogliere carichi di varie forme e dimensioni; inoltre, grazie a un’apertura più ampia del portellone posteriore e al nuovo pavimento piatto senza gradino, il carico e lo scarico diventano di estrema facilità.
La nuova Jazz, disponibile in Europa a partire dalla prossima estate, sarà il simbolo dell’impegno di Honda a estendere la tecnologia elettrificata per tutti i suoi principali modelli europei entro il 2022.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus, ecco perché si tornerà a usare l’auto privata (chi ce l’ha)

Dall’Alfa Romeo Giulia al Maggiolino, a volte ritornano. Promossi e bocciati

SUV ibridi plug in: Volvo XC40 vs Audi Q5 vs BMW X1 vs MINI Countryman