Skoda Karoq: ecco l’erede della Yeti

2 maggio 2017 - 9:05

Bye bye Yeti. Benvenuta Karoq. Passaggio di consegne in casa Skoda tra l’originale SUV ceca, sul mercato dal 2009, e un’inedita crossover di dimensioni compatte, attesa al debutto entro la fine del 2017. Una vettura che si chiamerà, come accennato, Karoq e porterà in dote un superiore spazio in abitacolo rispetto al modello precedente.


16 cm più grande della Yeti
La nuova Skoda Karoq, il cui nome deriva dalla lingua di una tribù dell’Alaska ed è la combinazione fra le parole kaa’raq (automobile) e ruq (freccia), sarà più grande di 16 cm della Yeti, pur restando una crossover compatta dalla lunghezza complessiva di 4,38 metri. Un valore identico alla best seller del segmento Nissan Qashqai, ottenuto anche grazie a un interasse di 2,64 metri che promette di giocare a favore sia del comfort sia della capacità di carico, compresa tra 521 e 1.630 litri. Valori nettamente superiori alla citata Qashqai, forte di 430/1.533 litri, e ulteriormente migliorabili (sino a 1.810 litri) qualora si decida di rinunciare al divanetto – oltretutto regolabile nell’inclinazione degli schienali –  trasformando la vettura in una variante “full cargo”.


Piattaforma modulare MQB
Ispirata esteticamente alla “sorella maggiore” Kodiaq, la nuova Skoda Karoq verrà svelata definitivamente il 18 maggio. Arriverà nelle concessionarie nella seconda parte dell’anno con quattro motorizzazioni sovralimentate a iniezione diretta: benzina 1.0 TSI e 1.5 TSI e Diesel 1.6 TDI e 2.0 TDI con potenze da 115 a 190 cv, trazione anteriore o integrale e trasmissioni manuale a 6 marce o automatica a doppia frizione DSG a 7 rapporti. Basata sulla piattaforma modulare MQB, condivisa con Seat Ateca, Audi Q2 e Volkswagen Tiguan, attingerà anche ad altre tecnologie comuni all’interno del Gruppo VW. Ad esempio la strumentazione integralmente digitale, le sospensioni a controllo elettronico, la possibilità di optare per diverse modalità di guida, la connettività internet a bordo, i fari a LED, la chiamata d’emergenza e i sistemi multimediali completi dei protocolli Android Auto e Apple CarPlay per il dialogo privilegiato con gli smartphone.

Ricca dotazione di sicurezza
Analogamente a ogni vettura dell’era moderna, anche la Karoq potrà fregiarsi di tutti i più recenti ritrovati in materia di sicurezza e assistenza alla guida, a partire dalla frenata automatica d’emergenza e dal parcheggio semi-autonomo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ford_puma_st verde tra quarti anteriore

Ford Puma ST, 200 cv per le faccende quotidiane

nuova BMW M3

BMW M3 vs Tesla Model S Plaid, la sfida “folle”

Citroën C4 e ë-C4, al via gli ordini