Volvo C40 Recharge, SUV-coupé elettrico per rispondere ad Audi, Mercedes, VW…

Norme sempre più stringenti ed obiettivi sempre più ambiziosi. Volvo prosegue la strada dell’elettrificazione con il lancio del secondo modello completamente elettrico. Dopo il massiccio XC40 Recharge, fa il suo ingresso in scena il SUV coupé C40 Recharge.

Volvo C40 Recharge

Più bassa di quasi 7 cm (1,58 m di altezza) rispetto ad XC40 Recharge, nuova Volvo C40 Recharge vede sostanzialmente immutate le altre dimensioni: larghezza 2,035 m (+1 mm) e lunghezza 4,431 m (+6mm). A livello estetico, le già citate linee da SUV-coupé corrono lungo le fiancate, molto geometriche, aggiungendo un tocco sportivo ed elegante. Spiccano i nuovi gruppi ottici, sia anteriori che posteriori, dotati di tecnologia Pixel.Volvo-C40-Recharge-side-front

Non troppo distante nel complesso da XC40 Recharge: “togliendo una X” dalla sigla ritroviamo un crossover completamente elettrico alimentato da un pacco batterie da 78 kWh in grado di garantire un’autonomia di 420 km (ciclo WLTP). Il tempo di ricarica tramite colonnina veloce (150 KW) si attesta a 40 minuti, fino all’80% di capacità, mentre utilizzando una potenza di ricarica più modesta – compresa tra 3,7 ed 11 kW – i tempi di ricarica si allungano ad 8 ore. In futuro, grazie ad appositi aggiornamenti software, potremo vedere incrementato il range elettrico.

Volvo C40 Recharge - rear

In termini di prestazioni, come su XC40 Recharge, il powertrain da 408 CV e ben 660 Nm di coppia spinge la C40 da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi. Tra le peculiarità di questo crossover troviamo poi una forte collaborazione con Google per lo sviluppo dell’infotainment, tramite cui sarà possibile controllare tutte le funzioni della vettura. Produzione a partire da settembre 2021.

Il futuro di Volvo

La linea “Recharge”

Volvo C40 Recharge

Le principali concorrenti