Volvo XC60: buona la seconda

7 marzo 2017 - 14:03

Debutta a Ginevra la seconda generazione della SUV Volvo, modello cardine del rilancio della Casa svedese basato sulla medesima piattaforma della XC90. “Sorella maggiore” con la quale condivide gran parte degli stilemi, sebbene reinterpretati in chiave più sportiva.


Ambizioni premium come mai in passato
È premium. Senza compromessi. Diversamente dal vecchio modello, non soffre di alcun complesso d’inferiorità rispetto alla concorrenza tedesca. Sono infatti disponibili alcuni plus quali il climatizzatore quadrizona con uno speciale filtro anti polline e il sistema d’infotainment Sensus, identico alla citata XC90, corredato di una nutrita serie di servizi online e degli standard Apple CarPlay e Android Auto per il dialogo privilegiato con gli smartphone. Non meno raffinata la meccanica, tanto da poter contare sul powertrain ibrido plug-in T8, sinora riservato ai modelli più costosi, forte dell’abbinamento di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 a benzina – appartenente alla famiglia Volvo Drive-E – sovralimentato mediante turbocompressore e compressore volumetrico, attivo sulle ruote anteriori e abbinato a un motore elettrico da 82 cv che trasmette il moto al retrotreno.

Gamma motori con potenze da 190 a 408 cv
La configurazione ibrida plug-in porta in dote da un lato la trazione integrale, dall’altro 408 cv e 640 Nm di coppia a fronte di una percorrenza media di oltre 50 km/l. Lo scatto da 0 a 100 km/h, degno di una sportiva, avviene in 5,3 secondi, complice il cambio automatico a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. La gamma motori, tutti a quattro cilindri, si completa con il 2.0 td D4 da 190 cv e D5 da 235 cv, cui si affiancano i 2.0 benzina sovralimentati T5 da 254 cv e T6 da 320 cv.


Aggiramento automatico degli ostacoli
Da tradizione Volvo, il tema della sicurezza è particolarmente curato, al punto da registrare il debutto del sistema Steer Assist che, integrato nella suite City Safety, affianca alla frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni l’aggiramento autonomo degli ostacoli e il controllo del cambio di corsia. Non manca il sistema di guida semi autonoma Pilot Assist, in grado di gestire sterzo e freni sino a una velocità di 130 km/h. La nuova XC60 si candida a Volvo più sicura di sempre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità Fiat in arrivo

tutor ok

Tutor di nuovo attivo entro pochi giorni. La Cassazione dà ragione ad Autostrade

dodge_viper_rt_10 rossa

Youngtimer – Dodge Viper, storia della supercar che non c’è più. Purtroppo