Ford Kuga, la prova di 1000 km con la full hybrid

Il test della Kuga pensata per chi pretende la massima efficienza ma non ha un garage per ricaricare le batterie, o non vuole “pensieri”

Prezzi e dotazione

Insieme al piacere di guida, uno dei punti di forza di Ford è sempre stato l’ottimo rapporto fra il prezzo e i contenuti offerti. Una tradizione che la Kuga conferma, come dimostrano i 31.800 euro di partenza della full Hybrid. Una cifra che sale a 40.250 nel caso della ST Line X a trazione integrale di questa prova. Le auto che costano poco in senso assoluto sono altre, è vero, ma provate a cercare un SUV di queste dimensioni, con tecnologia full hybrid e 190 CV di potenza, e ditemi se lo trovate a poco più di 30.000 euro.

Quanto alla dotazione della versione di questo test, la ST Line X, vi consiglio di non risparmiare i 1.000 euro del Co-Pilot Pack, all’interno del quale sono compresi Cruise control adattivo (con Stop & Go e Traffic Jam), il sistema di riconoscimento dei cartelli stradali, il monitoraggio della stanchezza del conducente, le telecamere per gli angoli ciechi, il sistema di assistenza automatica al parcheggio, la telecamera anteriore e posteriore, e il dispositivo di protezione delle portiere di cui vi ho parlato prima. Non rinunciate infine al portellone ad apertura elettrica, 500 euro.

In ogni caso è buona la dotazione anche della versione di accesso Connect: clima automatico bizona, fari a led, cerchi da 17”, infotainment con schermo touch di 8” e alcuni sistemi di assistenza alla guida, come la frenata automatica, il mantenimento della corsia e il cruise control, oltre al divano scorrevole in senso longitudinale.