Ford Kuga, la prova di 1000 km con la full hybrid

Il test della Kuga pensata per chi pretende la massima efficienza ma non ha un garage per ricaricare le batterie, o non vuole “pensieri”

Ma quindi qual è meglio fra mild, full o plug in hybrid?

Dunque diesel o benzina normali. Diesel mild hybrid. Benzina full e benzina plug-in hybrid. Vi starete chiedendo quale sia la soluzione migliore immagino. Senza scendere troppo nei dettagli, vi dico diesel (mild hybrid o no) solo se fate dai 30.000 km all’anno in su e se cambiate macchina ogni 3 anni circa. Oltre, la svalutazione rischia di diventare troppo veloce.

Dico plug-in hybrid se avete una presa di ricarica, a casa o al lavoro, che vi permetta di viaggiare esclusivamente in elettrico, almeno dal lunedì al venerdì. E ovviamente a condizione che nei giorni feriali non facciate più di 40 / 50 chilometri al giorno. 

E poi c’è appunto la full hybrid, che rappresenta ancora la soluzione migliore per chi non ha un garage o comunque una presa di ricarica. Oppure per chi, pur potendo ricaricare le batterie, preferisca la ricarica facile di una full hybrid. Facile nel senso che non si deve pensare a nulla se non a guidare. È infatti il cervellone elettronico a pensare a tutto. A trasformare l’energia cinetica in elettrica e a ricaricare le batterie.