Le migliori station wagon usate

Non si vive di solo SUV. Le station wagon stanno vivendo una seconda giovinezza e sul mercato dell’usato sono molto richieste: ecco le prime dieci.

Ci sono periodi dell’anno in cui certe tipologie di auto scalano le classifiche delle più richieste sul mercato dell’usato. Autouncle.it ha analizzato la situazione delle station wagon, auto molto amate dalle famiglie. Nello specifico, di quelle vendute più velocemente negli ultimi 60 giorni (tra le bestseller con oltre mille esemplari), con meno di dieci anni di età. Senza dimenticare che, rispetto ad altre categorie (per esempio i SUV), le station wagon sono sicuramente meno richieste: lo dimostra il fatto che il tempo medio per la loro vendita supera comunque gli 80 giorni.

FRANCIA BATTE GERMANIA

La classifica è guidata dalla Peugeot 308, la cui produzione nella variante SW risale al 2008: l’auto presentava interessanti optional come un tettuccio in vetro e due sedili in più nel portabagagli, che permettono di trasportare fino a sette passeggeri.
Secondo posto per un’altra evergreen nelle vendite sw: la Ford Focus. Questa terza generazione uscita nel 2011 ha mostrato un’evoluzione nelle linee del Kinetic Design con fari anteriori più spigolosi e posteriori più allungati. Le maggiori innovazioni stilistiche erano state tuttavia negli interni.
Salto tedesco al terzo posto con la VW Passat: con poco più di 15.000 euro potete comprare un esemplare della serie attuale (ottava). Realizzata sul nuovo pianale modulare MQB in condivisione con la Golf, aggiunge alla precedente serie una lista di nuove tecnologie di sicurezza e di assistenza alla guida, e dei nuovi motori rivisitati oltre che uno spazio interno maggiore rispetto alle precedenti serie. Il design è stato rivisitato, pur mantenendo il family-feeling delle altre Volkswagen.
A proposito di Germania, nel 2019 abbiamo festeggiato i 25 anni dell’Audi A4 salda al quarto posto. La berlina di Ingolstadt (che raccolse il testimone della Audi 80) nelle ultime generazioni ha saputo mantenere livelli altissimi di sostanza e di immagine.

UN PO’ DI ITALIA

Segue, al quinto posto, la Fiat Tipo. La versione sw riprende più gli elementi della 5 porte che della 4 porte, come l’intera parte del portellone. A variare è la portiera posteriore con un diverso disegno a “gomito” e l’aggiunta di un terzo vetro laterale.
Fascia di prezzo leggermente più alta per la sesta, cioè la Mercedes C220. La versione 2014 ha forme più morbide e un maggiore slancio, ottenuto con l’arretramento dell’abitacolo, l’accorciamento della coda e l’avanzamento delle ruote anteriori rispetto alle versioni precedenti.
Settimo posto per la terza serie della Škoda Octavia. Uscita nel 2013, è stata rinnovata sia nella meccanica sia sotto il profilo estetico. Il modello si basa sul pianale MQB, in comune con tutte le nuove nate del gruppo Volkswagen (in particolare VW Golf VII, Seat Leon e Audi A3). Segue la Renault Mégane (ottavo posto) che, con oltre 5 milioni di esemplari venduti, è diventata una specie di Volkswagen francese. C’è una vettura con quel nome per ogni tipo di carrozzeria. Nel 2008 è stata lanciata la terza generazione in versione sw. L’auto è la più economica in classifica, e si trova tranquillamente a meno di 10mila euro.
Penultimo posto per la Volvo V60. Rispetto al modello che sostituisce, è più lunga di 13 cm e ha un baule più ampio, che rivaleggia con quello delle Audi A4 Avant, BMW Serie 3 Touring e Mercedes Classe C SW. È una familiare, ma con una linea da coupé: l’idea di Volvo non era infatti quella di sostituire super sw come V70 e XC70, ma immaginare una variante sportiva del concetto. Nel 2013, come tutta la gamma (tranne la V40 e la XC90) la V60 è poi stata sottoposta a un restyling che ha cambiato i paraurti, facendo sembrare l’auto più bassa e larga, con altri dettagli che ne hanno migliorato l’eleganza.
Chiude la classifica l’ennesima tedesca, cioè l’Opel Astra.