Arriverà in Italia a gennaio 2018 la nuova generazione – la quinta, per la precisione – della Subaru Impreza. Dopo aver debuttato negli USA a fine 2016, ora la vettura nipponica si appresta a sbarcare in Europa con un fardello tutt’altro che leggero, essendo considerata un modello chiave per il marchio nipponico. Analogamente alla crossover XV, adotta la nuova piattaforma modulare Subaru Global Platform. Un pianale moderno, destinato a tutti i futuri modelli, anche ibridi, della Casa delle Pleiadi.

Subaru Impreza 2018 dinamica
Scocca più rigida del 70%

La nuova Impreza segue una corrente stilistica inedita, denominata Dynamic x Solid e caratterizzata da forme inusualmente morbide e sensuali per la Casa giapponese pur non rinunciando a uno dei plus tecnici alla base della storia Subaru: la trazione integrale permanente. Le dimensioni – 4,46 metri per la 5 porte – non sono distanti dalle versioni uscenti e si accompagnano a un interasse di 2,67 metri (+25 mm rispetto al passato). L’elemento più rivoluzionario è però rappresentato dalla nuova scocca che promette di portare in dote una rigidità superiore del 70%, a tutto vantaggio sia del piacere di guida, cui contribuisce la taratura rivista delle sospensioni e dello sterzo, sia della sicurezza. Obiettivi cui concorre il baricentro ribassato di 5 mm.

Subaru Impreza 2018 dinamica
Tecnologia EyeSight

Se tradizionalmente Subaru fa rima con trazione integrale e motore boxer, ora questo rapporto a tre si amplia in favore di un quarto elemento: la sicurezza. La tecnologia EyeSight, che prevede due telecamere collocate nella parte alta del parabrezza, porta infatti in dote il cruise control adattativo, la frenata automatica in caso di collisione imminente e i fari attivi, in grado di variare intensità e direzione del fascio luminoso in funzione dei veicoli che sopraggiungono. Soluzioni cui si accompagnano i gruppi ottici full LED, corredati di diodi che illuminano automaticamente l’interno curva, l’avviso d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, l’avvertimento in caso di superamento involontario della linea di corsia e il monitoraggio dei soggetti in avvicinamento durante le manovre.

4WD e motori boxer: la tradizione è salva

La nuova Impreza cambia radicalmente a livello di design, ma non meno profonda è la rivisitazione degli interni, dato che l’abitacolo beneficia di finiture e materiali più curati nonché di un display touchscreen da 8 pollici del sistema d’infotainment; quest’ultimo compatibile con gli standard Android Auto e Apple CarPlay.
E la meccanica? Quella è all’insegna della tradizione. Alle 4WD assistite dal sistema Torque Vectoring che prevede la ripartizione della coppia non solo tra avantreno e retrotreno, ma anche tra le ruote dello stesso asse, si accompagnano infatti i tipici, per Subaru, motori boxer, vale a dire a cilindri contrapposti, di 2,0 litri. Più precisamente un’unità a benzina, rinnovata nell’80% delle componenti, forte di 154 cv e abbinata alla trasmissione automatica a variazione continua Lineartronic in grado di simulare, qualora si opti per la gestione mediante levette al volante, la presenza di 7 rapporti.

Subaru Impreza 2018 interni
Debutta in autunno

La nuova Impreza in configurazione esclusivamente europea sarà presentata ufficialmente in occasione del prossimo Salone di Francoforte (12-24 settembre). Negli Stati Uniti, infatti, la vettura è commercializzata nelle varianti di carrozzeria hatchback e berlina, mentre nel Vecchio Continente potrebbe essere proposta solo a cinque porte, dato lo scarso appeal riscosso sul nostro mercato dalle berline con il baule.

Subaru Impreza 2018 statica