Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti

16 marzo 2019 - 0:04

BMW Serie 2 Gran Tourer

Versione “lunga” (+21 cm) della Serie 2 Active Tourer, prima monovolume della storia BMW, la nuova Serie 2 Gran Tourer è lunga 4,55 metri e grazie a un passo di 2,78 metri garantisce una capacità di carico compresa tra 145 e 1.820 litri. La terza fila di sedili è di serie. La modularità degli interni è rafforzata dalla possibilità di adattare longitudinalmente (di 130 mm) il divanetto posteriore frazionabile 40/20/40, mentre l’abbattimento dello schienale del sedile del passeggero anteriore permette di stivare oggetti lunghi sino a 2,6 metri. La gamma motori prevede due unità a benzina: 3 cilindri 1.5 turbo negli step da 102 e 136 cv o 4 cilindri 2.0 turbo da 192 cv. Ricca l’offerta dei td: all’entry level 3 cilindri 1.5 da 95 o 116 cv si accompagna un 4 cilindri 2.0 da 150 o 190 cv. Trazione anteriore o integrale xDrive e trasmissioni manuale a 6 marce o automatica Steptronic a 6 o 8 rapporti.

Citroën Grand C4 Spacetourer

Se i SUV vanno per la maggiore, le monovolume quando si parla di 7 posti non mollano di un millimetro. Versione “lunga” di C4 Spacetourer, ha il pregio di poter contare su di una linea filante e attraente. I sedili centrali sono scorrevoli e le sedute supplementari scompaiono nel sottofondo del bagagliaio. Il vano di carico ha una capienza di 704/1.835 litri che si riducono a 130 litri ospitando sette persone. La taratura tanto delle sospensioni quanto dello sterzo è votata al comfort, sebbene si tratti di una delle monovolume più leggere sul mercato. Recentemente rinnovata, è disponibile con due propulsori a benzina – 1.2 Pure Tech tre cilindri da 130 cv – oppure con i Blue HDi (TurboDiesel) 1.5 da 120 cv e 1.6 da 130 cv o 2.0 da 160 cv. Oltre al cambio manuale a 6 marce è disponibile la trasmissione automatica a 6 rapporti EAT6 o EAT8 a otto rapporti sui motori 2.0

Dacia Lodgy

La monovolume media rumena è molto spaziosa e caratterizzata da finiture discrete. La Dacia Lodgy ha l’indubbio pregio di consentire a sette persone di viaggiare comodamente e al contempo garantire – nonostante una lunghezza contenuta in 4,50 metri – una buona capacità del bagagliaio (compresa tra 207 e 2.617 litri) anche a pieno carico. È disponibile con un classico 1.6 a benzina aspirato da 102 cv oppure in abbinamento al noto quadricilindrico 1.5 td common rail da 90 o 109 cv di derivazione Renault. Non manca una versione bifuel benzina/GPL mossa dal 1.6 da 102 cv. Ultimo arrivato sulla serie Techroad il motore 1.3 TCe Turbo benzina da 130 cv Cambio manuale a 5 o 6 marce. Prezzi da 12.000 euro. È la 7 posti più economica sul mercato.

Fiat 500L Living

Più lunga di 20 cm rispetto alla “sorella minore” 500L, è caratterizzata da un notevole sbalzo posteriore che influisce sulla linea: o la si ama, o la si odia! Il vano di carico della Fiat 500 L Living vede la capienza crescere da 455/1.480 a 638/1.704 litri. La presenza dei due posti supplementari a scomparsa, annegati nel pianale, comporta una lieve riduzione della capacità del bagagliaio, compresa tra 168 e 1.590 litri. Discreta la gamma motori: l’unico benzina è il bicilindrico 0.9 TwinAir turbo da 105 cv, mentre i td sono declinati attraverso il 1.3 16V Multijet da 95 cv e il 1.6 16V Mjt da 120 cv. Cambio manuale a 5/6 rapporti oppure robotizzato Dualogic a 5 marce. La versione a metano non è compatibile con i 7 posti, che sono optional a 800 euro. Prezzi da 20.150 euro (0.9 TwinAir).

Ford C-Max7

Lunga 14 cm in più rispetto alla “sorella minore” C-Max, la Ford C-Max 7 può contare su 7 posti e una capacità di carico compresa tra 92 e 1.742 litri. I sedili supplementari (di serie) non sono comodissimi, ma l’accessibilità è agevolata dalla portiere posteriori scorrevoli. Viaggiando in sette la capienza del bagagliaio è pressoché nulla (65 litri). Discreta la gamma motori: optando per i benzina turbocompressi a iniezione diretta l’unica opzione è rappresentata dal 3 cilindri 1.0 EcoBoost da 125 cv, mentre tra i td spiccano il 1.5 da 95 o 120 cv e il 2.0 da 150 cv. Le versioni alimentate a gasolio affiancano alla classica trasmissione manuale a 6 marce un’unità a doppia frizione a 6 rapporti. Prezzi da 22.900 euro (1.0 EcoBoost).

Renault Grand Scénic

Radicalmente rinnovata, la Grand Scenic è più lunga di 24 cm rispetto alla “sorella” Scénic e s’ispira esteticamente alla crossover Captur. Se paragonata al precedente modello cresce nelle dimensioni; il passo aumenta di 35 mm e la lunghezza di 75 mm. Il vano di carico può contare su di una capienza di 765 litri con cinque persone a bordo che diventano 189 litri con sette passeggeri. Punta sul comfort e, caso più unico che raro, adotta di serie cerchi in lega da 20 pollici. Ai sette posti (di serie) si accompagnano il divanetto scorrevole in longitudine e la funzione One Touch Folding: permette di ripiegare elettricamente i sedili posteriori, ottenendo un vano di carico piatto. Soluzioni funzionali cui si aggiunge la possibilità di abbattere lo schienale del passeggero anteriore. Motori a iniezione diretta: benzina 1.2 turbo da 115 o 130 cv e gasolio 1.5 td da 110 cv oppure 1.6 td mono turbo (130 cv) e biturbo (160 cv). Trasmissioni manuale a 6 rapporti o a doppia frizione EDC (a 6 o 7 marce). Prezzi da 23.400 euro (1.2 TCe 115 cv).

Toyota Prius+

L’ibrida più diffusa al mondo… declinata sotto forma di monovolume. L’abitacolo, molto spazioso, può ospitare sino a 7 persone disposte su tre file di sedili. Il bagagliaio ha una capienza compresa tra 200 e 1.750 litri. Il supporto del propulsore elettrico all’unità termica – un 4 cilindri in linea 1.8 16V a benzina – porta in dote una potenza complessiva di 136 cv, cui consegue uno scatto da 0 a 100 km/h – complice il cambio a variazione continua – in 11,3 secondi. Percorre mediamente 24,4 km/l. Predilige una guida rilassata: le sospensioni assorbono correttamente le imperfezioni dell’asfalto, ma forzando il ritmo emerge un marcato rollio. Prezzi da 31.900 euro.

Volkswagen Touran

Bye bye vecchia piattaforma, benvenuta soluzione modulare MQB. Un cambiamento epocale che sulla Touran porta in dote un dimagrimento di 62 kg a fronte di una marcata crescita dimensionale rispetto al passato: +13 cm in lunghezza e +11,3 cm nel passo. Valori che giocano a vantaggio dell’abitabilità e della capienza del bagagliaio, passata dai precedenti 695 litri in configurazione cinque posti agli attuali 743 litri. Le sette sedute sono di serie, mentre la gamma motori include tutte unità Euro 6: più precisamente i turbo a iniezione diretta della benzina 1.2 TSI da 110 cv e 1.4 TSI da 150 cv oltre ai td common rail 1.6 TDI da 115 cv e 2.0 TDI da 150 o 190 cv. Al classico cambio manuale a 6 marce si alterna la trasmissione a doppia frizione DSG a 6 o 7 rapporti. Prezzi da 24.700 euro (1.2 TSI).

Commenta per primo