Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti

16 marzo 2019 - 0:04

Audi Q7


Recentemente rinnovata, è una SUV imponente – lunga 5,05 metri – con un abitacolo lussuoso e ben rifinito. Più leggera di oltre 300 kg rispetto alla precedente generazione e forte del baricentro ribassato, la Audi Q7 può contare su di un V6 TDI di 3,0 litri negli step da 218 o 272 cv, cui si affianca la ipertecnologica versione SQ7 dotata di un possente V8 4.0 TDI a sovralimentazione parzialmente elettrica da 435 cv. I sette posti non sono disponibili per la variante ibrida plug-in e-tron da 374 cv. La trazione, da tradizione, è integrale e la trasmissione automatica a 8 rapporti Tiptronic del tipo mediante convertitore di coppia. La terza fila di sedili non brilla per comfort e costa 1.660 euro. Notevole la capienza del bagagliaio, compresa tra 295 e 1.955 litri (235 e 1.890 litri per l’SQ7). Prezzi da 62.600 euro (3.0 TDI ultra quattro Tiptronic 218 cv).

BMW X5

Abbina la guidabilità di una berlina alla disponibilità di spazio di una monovolume, con il plus della trazione integrale – optando per le versioni xDrive – e la ciliegina sulla torta di un comfort degno di un’ammiraglia. Oltre ed è questa la novità dell’ultima edizione a una tecnologia di bordo che al momento è la più completa e raffinata di tutta la Gamma BMW. La nuova BMW X5 è più lunga di quasi 4 cm rispetto alla vecchia, totalizzando 4,92 m da paraurti a paraurti. Ma sono cresciute anche larghezza (+6,6 cm) e altezza (+19 mm), oltre al passo (+4 cm). Ciò significa che, quando presente, la terza fila di sedili (che scompare nel piano grazie ad un meccanismo elettrico) offrirà più spazio per le ginocchia di sesto e settimo passeggero. Il bagagliaio, è invece pronto per ospitare da 645 a 1.860 litri di valigie e trolley. A spingere la nuova BMW X5 ci pensano (per ora) tre motori in regola con la normativa Euro6d-Temp, due a gasolio e uno a benzina. I primi sono il 3 litri quadriturbo della X5 M50d, capace di 400 cv e 760 Nm, per uno 0-100 da 5,2 secondi, e il più “umano” xDrive30d da 265 cv e 400 Nm. Se è vero che il V8 biturbo benzina da 452 cv della xDrive50i è destinato solo al mercato americano, nel Vecchio Continente si può scegliere al lancio il TwinPower Turbo da 340 CV e 450 Nm della xDrive40i.

Cadillac Escalade

Imponente (5,18 metri) e lussuosa, può ospitare sino a 8 persone. Il bagagliaio ha una capienza da record, compresa tra 431 e 2.668 litri che, nella versione a passo lungo ESV, divengono 1.113/3.424. Proposta in Italia esclusivamente a trazione integrale, è dotata di sospensioni a controllo magnetico dalla taratura votata al comfort e viene mossa da un possente V8 Vortec 6.2 a benzina da 426 cv, forte della fasatura variabile e di testata e monoblocco in alluminio. Un’unità supportata dal cambio automatico a 6 marce e dalla tecnologia Active Fuel Management che consente di avere solamente 4 cilindri attivi nelle fasi di rilascio e a velocità costante, così da contenere (si fa per dire) i consumi; percorre mediamente 7,6 km/l. Prezzi da 103.600 euro.

Kia Sorento

Più lunga, più bassa, più larga e con un interasse maggiorato: la nuova Kia Sorento prende le distanze dalla precedente generazione e mira a stupire per eleganza e cura delle finiture. Come in passato, gli occupanti dell’abitacolo sono disposti su tre file e la vettura è omologata per sette persone. La crescita dimensionale porta in dote un rafforzamento della capacità di carico con cinque adulti a bordo, passata da 534 a 605 litri (con le sedute supplementari ripiegate). La versione Feel Rebel 4WD, unica omologata per sette (+1.000 euro), è disponibile solamente a trazione integrale in abbinamento al noto 2.2 td common rail 16V da 200 cv. Prezzi da 41.500 euro.

Land Rover Discovery


Più leggera, confortevole e raffinata che in passato, la nuova Land Rover Discovery non rinuncia a una dotazione tecnica degna di una 4×4 nuda e pura. Cresciuta di 14 cm in lunghezza, conferma la disponibilità dei 7 posti, liberamente configurabili anche grazie a un’app dello smartphone. Adotta per la prima volta i quadricilindrici della famiglia Jaguar Land Rover Ingenium. La gamma motori ha come entry level il turbodiesel 2.0 Td4 da 180 cv, cui si affiancano il 2.0 Sd4 biturbo da 240 cv e il 3.0 Td6 da 249 cv. Unica proposta a benzina il V6 3.0 da 340 cv sovralimentato mediante compressore volumetrico. Il cambio automatico ZF a 8 rapporti è corredabile delle ridotte. Alle 4WD e alla generosa altezza da terra si accompagna il sistema Terrain Response2 che adatta il comportamento dell’auto al terreno. Prezzi da 52.700 euro (2.0 TD4 S 180 cv), mentre i sette posti costano 1.660 euro.

Mercedes GLB

Nasce sulla base della Classe A e rappresenta la prima SUV compatta (4,63 metri di lunghezza, 1,83 di larghezza e 1,65 di altezza) a marchio premium. La Mercedes GLB mette nel mirino due tipologie di clienti: coloro che desiderano avere lo spazio di una MPV (o monovolume che dir si voglia) e la lettera B non è casuale, visto che la Mercedes Classe B identifica proprio questa tipologia di veicolo. La seconda è quella che vuole un’auto dalle doti offroad – quasi – da dura e pura, ma per cui la Classe G è fin troppo. Quanto al bagagliaio, offre 566 litri in configurazione 5 posti, che diventano 1.755 se si abbattono gli schienali posteriori. Questi ultimi a loro volta si possono regolare su diversi gradi di inclinazione per trovare la propria posizione ideale. Non solo: la seconda fila di sedili della Mercedes GLB può scorrere in lunghezza, a favore di chi viaggia dietro o del volume di carico. I motori? Al momento del lancio sono 3: GLB 250 4Matic, 2 litri turbo benzina da 228 CV e 350 Nm di coppia; GLB 200 a trazione anteriore con il 1.3 benzina da 163 CV e il cambio doppia frizione 7G-DCT. Diesel? Per ora solo uno, in due configurazioni di potenza: GLB 200 d, 2.0 da 150 CV e 320 Nm, disponibile con trazione anteriore (consumo medio pari a 4,9 l/100 km) o integrale e GLB 220 d 4Matic, con potenza e coppia pari rispettivamente a 190 CV e 400 Nm.

Peugeot 5008

Un tempo monovolume, oggi SUV. La nuova Peugeot 5008 cambia radicalmente in funzione di un’inedita vocazione all terrain ma confermando la disponibilità dei sette posti (di serie). Le sedute della seconda fila sono separate e pertanto scorrevoli, regolabili e riponibili a scomparsa individualmente. Cresciuta sotto il profilo della multimedialità e della dotazione di sicurezza, vede debuttare in abitacolo la seconda generazione dell’i-Cockpit, vale a dire l’abbinamento costituito dalla strumentazione – ora caratterizzata da elementi digitali e da un display da 12,3 pollici personalizzabile nella grafica e nelle informazioni – insolitamente rialzata e da un volante dal diametro ridotto. Più leggera di 95 kg rispetto al passato, può essere dotata di un sistema evoluto di gestione della trazione. Adotta propulsori PureTech, a iniezione diretta della benzina, e BlueHDi. Nel primo caso, al 1.2 turbo da 130 cv si affianca un 1.6 turbo (THP) da 165 cv, mentre lato diesel al 1.6 da 120 cv si aggiunge il 2.0 td da 150 o 180 cv. Prezzi da 25.450 euro (1.2 PureTech Turbo).

Renault Espace

La nuova Renault Espace cambia pelle, trasformandosi in crossover. Lunga 4,85 metri e più leggera di 250 kg, può contare su di un’altezza minima da terra di 16 cm. I sedili (fino a sette) sono singoli e individualmente ripiegabili, mentre la capacità di carico si attesta a 660 litri con 5 persone a bordo ed è espandibile sino a 2.035 litri. Può essere dotata di quattro ruote sterzanti nonché del sistema Multi-Sense che adatta in base a cinque setup il comportamento dinamico dell’auto. La gamma motori prevede un 4 cilindri 1.6 turbo TCe a iniezione diretta della benzina da 200 cv e un 1.6 dCi common rail 16V negli step da 130 cv (monoturbo) o 160 cv (biturbo). Tutti i propulsori, fatta eccezione per il diesel da 130 cv, lavorano in abbinamento alla trasmissione EDC a doppia frizione a 6 marce per il 1.6 td, a sette rapporti per l’unità a benzina. Prezzi da 33.800 euro (1.6 dCi 130 cv) cui aggiungere 900 euro per le sedute supplementari.

Skoda Kodiaq

È la prima SUV della storia della Casa ceca. Lunga 4,7 metri, si basa sulla piattaforma modulare MQB del Gruppo Volkswagen. L’abitacolo prevede una configurazione a tre file di sedili per complessivi 7 posti, optional a 800 euro, mentre il bagagliaio ha una capienza generosa (sino a 2.065 litri, che diventano 2.005 con le sedute supplementari). Il moderno sistema multimediale può integrare la connessione internet, un hotspot Wi-Fi e gli standard più diffusi per l’interazione con gli smartphone. La gamma motori prevede al momento un 1.4 TSI (turbo a iniezione diretta della benzina) da 125 cv e un 2.0 TDI da 150 o 190 cv. La Kodiaq RS con motore biturboDiesel da 240 cv è la SUV 7 posti più veloce del mondo al Nurburgring. Trazione anteriore o integrale e trasmissioni manuale a 6 marce o automatica a doppia frizione a 7 rapporti.

TESLA MODEL Y

In poco più di 4,5 metri Elon Musk è riuscito a far stare sette posti e un bel po’ di cavalleria. La Tesla model Y è la nuova SUV della factory californiana a trazione integralmente elettrica. Frenate gli entusiasmi. In Italia arriverà non prima del 2021. La Tesla Model Y sarà disponibile in quattro “tagli”: Standard Range, Long Range, Dual Motor AWD e Performance. La prima di queste, la “base”, arriverà da noi come detto solo nel 2021 ad un prezzo che non dovrebbe essere troppo superiore ai 40.000 euro, con due sole ruote motrici posteriori, 370 km di autonomia e circa 6 secondi per lo “0-100”. La Long Range, invece, è la prima Model Y ad arrivare sul mercato, forte di 480 km di autonomia e della trazione integrale (0-100 in poco più di 5,5 secondi).

Volvo XC90

È la SUV del rilancio Volvo e abbina dimensioni imponenti – è lunga 4,95 metri – a finiture raffinate. Lussuosa e ricercata, può contare su di un sistema multimediale al top e una dotazione di sicurezza molto completa. Insospettabilmente maneggevole, si avvale di motori proporzionati alla mole tutt’altro che lillipuziana. Più precisamente un 2.0 turbo benzina da 254 cv, disponibile anche in versione a doppia sovralimentazione (turbocompressore e compressore volumetrico) così da erogare 320 cv, che si affianca ai 2.0 turbodiesel D4 e D5 da, rispettivamente, 190 e 235 cv. Top di gamma l’ibrida plug-in T8 da 408 cv. Per quest’ultima i sette posti sono di serie, mentre per tutte le altre versioni costano 1.550 euro. Nell’ultima versione è disponibile anche una configurazione a 6 posti. Anche a pieno carico, quindi con sette persone a bordo, resta disponibile una capienza di 314 litri (262 litri per la T8): un risultato degno di nota.

Commenta per primo