Skoda Enyaq, prova del SUV 100% elettrico, 100% funzionale

Ecco come va la versione con batteria da 82 kWh di capacità, nell’allestimento Suite

L’efficienza e l’autonomia della Enyaq

18 kWh per 100 km: è questo il consumo medio della Enyaq con batteria da 82 kWh di capacità e motore da 204 CV di potenza. Sarà bene abituarsi a queste nuove diciture, perché in futuro – che le auto elettriche vi piacciano o meno – saranno di uso comune. Beh, 18 kWh per 100 km significa percorrere 5,6 km per kWh di energia. 5,6 km, moltiplicati per i 77 kWh di capacità netta della batteria (82 kWh è la capacità lorda), danno 427 km abbondanti di autonomia. Valori non dichiarati, ma rilevati da me nel corso della prova. Ok, la temperatura nel giorno del test era praticamente perfetta, per un’elettrica (20°C) e nel mio giro ho percorso pochi km di autostrada (il percorso più sfavorevole per un’elettrica), però si tratta comunque di un ottimo risultato.

I tempi di ricarica? Ci sono tre possibilità. La prima è la comune presa elettrica domestica a 230 V con corrente alternata a 2,3 kW di potenza. In alternatica, Enyaq può essere ricaricata mediante una wallbox con potenza fino a 11 kW. In questo caso, a seconda delle dimensioni della batteria, il processo di ricarica richiede dalle sei alle otto ore (ovviamente, al crescere della capacità aumentano i tempi di ricarica). La terza possibilità è quella di collegare l’auto alle colonne per la ricarica rapida con corrente continua (CC): la potenza di ricarica sale in questo caso fino a 125 kW: la batteria si ricarica dal 10 all’80% in 40 minuti circa.

Abitabilità e funzionalità degli interni
Abitacolo: la qualità
L’efficienza e l’autonomia della Enyaq
Comfort e piacere di guida
Enyaq “VS” Kodiaq, quale conviene?

prova Skoda Enyaq ricarica