Le migliori “piccole bombe” anni Ottanta, dalla Fiat Uno Turbo alla Renault 5 GT Turbo

I 35 anni della Renault 5 GT Turbo sono l'occasione per rivivere un modo di intendere l'auto che oggi è lontano anni luce

5 maggio 2020 - 12:23

Hanno fatto sognare i giovani e i giovanissimi negli anni Ottanta. Le emozioni che regalavano queste auto sono sparite insieme alla loro uscita dai listini. Il che è tanto vero quanto un bene: il brivido, troppo spesso, era legato a doppio filo alla pericolosità, all’instabilità intrinseca di telai nati attorno a motori compresi fra i 40 e i 60 cv (in media) e che si ritrovavano a gestirne fino a 130.

Insomma, farsi male era questione di attimi, frazioni di secondo di disattenzione o di eccesso di confidenza, che si pagavano a carissimo prezzo. A volte anche il prezzo più alto. Fatta la doverosa premessa, è fuori di dubbio che quegli oggetti abbiano un fascino irresistibile ancora oggi. E il 35° compleanno della Renault Supercinque 5 GT Turbo ci ha dato lo spunto per fare un tuffo nel passato.

In ordine alfabetico, se si voleva una “scatoletta” (o “bara con le ruote, per attenerci ai soprannomi dell’epoca) sportiva si poteva scegliere fra le queste alternative: Autobianchi Y10 Turbo, Fiat Uno Turbo, Ford Fiesta RS Turbo, Peugeot 205 GTi, Renault Supercinque GT Turbo e Volkswagen Polo G40, per stare sulle più famose e vendute. Eccole, una a una, partendo dalla festeggiata, la Renault.

Commenta per primo