Prova Suzuki S-Cross Hybrid 2022: un vero 4×4 con un occhio al portafogli

Semplice, pratico ed economico. Il nuovo S-Cross Hybrid si rinnova esteticamente con tanta tecnologia a bordo.

Suzuki S-Cross Hybrid 2022

In occasione del lancio di Suzuki S-Cross Hybrid 2022 la Casa giapponese ci ha invitato a provare questa nuova generazione di SUV compatto direttamente sul campo. Una prova su strada che ha evidenziato buona parte delle caratteristiche della nuova S-Cross 2022 tra cui una spiccata naturalezza nell’affrontare un offroad leggero proposto lungo il percorso. Suzuki S-Cross si pone a metà della gamma SUV di Suzuki, esattamente tra Vitara e Across. La Suzuki Jimny viene omologata infatti esclusivamente come autocarro dal 2020. La piattaforma è la stessa della precedente generazione (2013-2021) come anche lo stabilimento produttivo: Magyar in Ungheria. Tuttavia, le novità a bordo di nuova Suzuki S-Cross Hybrid sono molte, sia dal punto di vista estetico sia da quello tecnologico. Non ci rimane che attendere il 2025, anno in cui Suzuki dovrebbe aggiungere alla gamma un veicolo 100% elettrico. Forse uno sguardo al piano di Toyota per il lancio di 15 nuovi modelli elettrici a partire dal 2025 potrebbe lasciarci intuire qualche dettaglio ancora nascosto.

Nuova generazione: cosa cambia fuori

Il rapporto Giappone-Italia è sempre stato molto forte, in particolare per quanto riguarda il design dell’autoveicolo. Suzuki S-Cross 2022 incarna i risultati del Centro Stile Suzuki di Robassomero (Torino): un design vincente, nato da un confronto con gli altri tre centri stile di Suzuki, che ha plasmato questo SUV secondo forme moderne ed europee.

Leggi anche: “Mazda e la forma del tempo: design e stile tra Italia e Giappone

S-CROSS HYBRID 2022 - dinamica tre quarti anterioreCambia il frontale, ora più muscoloso e accompagnato da una mascherina più grande e meno sottile rispetto al restyling del 2016 unitamente ai fari full LED. Questi ultimi sono uniti virtualmente da una barra cromata – dettaglio ripreso anche al posteriore – a sottolineare la larghezza della vettura (sempre 1,79 metri). Complessivamente, anche se le dimensioni non sono cambiate, con questo aggiornamento Suzuki S-Cross appare più imponente e muscolosa, sia frontalmente che di tre quarti.S-CROSS HYBRID 2022 - dinamica tre quarti posterioreLateralmente, rimane la classica linea di cintura ascendente in sinergia con una silhouette lontana dalle forme coupé – molto di moda per il segmento – al posteriore. Quest’ultimo è più verticale e imponente rispetto al passato e la geometria dei gruppi ottici tridimensionali si intona bene alle bombature del paraurti e al design dello skidplate. Tornando alla vista laterale, si nota subito la nuova forma dei passaruota, ora squadrati, e una leggera nervatura nella parte bassa.

Prova su strada Suzuki S-Cross Hybrid: sensazioni e dinamica di guida

Il cuore pulsante di nuova Suzuki S-Cross 2022 è il rodato 1.4 Boosterjet da 129 CV e 235 Nm di coppia massima (tra 2.000 e 3.000 giri); unica motorizzazione disponibile. Una potenza in linea con i 1.385 kg dell’allestimento in prova, dotato di cambio automatico e trazione integrale. L’elettrificazione a 48 Volt lavora sotto i radar: non ci si accorge facilmente del suo contributo, fondamentale nelle ripartenze e nella mitigazione dei consumi a lungo termine (passando al 4×4 solo quando serve, l’efficienza di sistema rimane elevata). Buono il comparto sospensioni – MacPherson all’anteriore, barra di torsione al posteriore – sia a livello dinamico sia per quanto riguarda l’assorbimento delle asperità. Se 129 CV possono sembrare pochi la verità è un’altra: la risposta del gas diventa immediata in modalità sport e il cambio con convertitore di coppia (versione automatica), molto fluido, gestisce bene la trazione.

S-CROSS HYBRID - dinamica di guida lateraleLo sterzo è molto leggero. Questa configurazione risulta comoda in città ma a velocità più sostenute mi aspettavo qualcosa di meglio dal punto di vista della comunicazione pneumatici-sterzo. Per quanto riguarda la dinamica di guida, l’handling è buono nonostante l’abbondante luce da terra di 17,5 cm e l’altezza della carrozzeria di 159 cm. Globalmente Suzuki S-Cross è un’auto poco impegnativa e che difficilmente mette in difficoltà: dopo pochi km è come averla sempre guidata.S-CROSS HYBRID - dinamica di guida posteriore

Continua la lettura a pagina 2…