Con un marchi forti come “Ninja” e “Z” e una fanbase importante data anche dalle vittorie in superbike con Jonathan Rea e l’imbattibile Ninja SBK era molto strano che Kawasaki non si gettasse nella mischia del segmento delle 125. Un segmento che finalmente sta mostrando segni di vivacità e si sta arricchendo di modelli fortemente caratterizzati dal punto di vista della personalità, almeno estetica.
Kawasaki non c’era e personalmente ponevo ai responsabili green la stessa domanda a ogni salone “perché non fate una Ninja 125?”. La risposta da Akashi è finalmente arrivata.

Del resto non poteva aspettare oltre. Le sorelle giapponesi c’erano già tutte: Yamaha con la YZF-R125 e la MT-125, Suzuki con la GSX-R e S 125, Honda con la CB125R, cui si aggiunge KTM con la RC125 e la best seller Duke 125 e Aprilia con le RS125 e Tuono 125. Mancavano solo loro, e per il 2019 Kawasaki colmerà il buco presentando in contemporanea sia una Z125 sia una Ninja 125, che andranno a completare il segmento delle migliori moto 125 sul mercato.

Che arrivino è certo, dimostrato dai teaser da cui abbiamo rubato le immagini che vedete in gallery in cui si vede comunque poco o nulla.

Nulla ancora si sa invece sulla tecnica. Tuttavia non crediamo di allontanarci troppo nell’ipotizzare un motore monocilindrico 4T di ultima generazione raffreddato a liquido e una ciclistica con telaio in acciaio sullo stile di quella utilizzata per Ninja e Z 400.

Conoscendo Kawasaki siamo certi che i tecnici di Akashi non avranno lesinato sulla qualità della componentistica, elemento necessario oggi per convincere i sedicenni. Intanto nel sapiente vedo-non-vedo dei teaser si vede spuntare un display digitale. Ninja e Z 125 saranno protagoniste ai prossimi saloni autunnali sullo stand Kawasaki. Per vederle e toccarle dal vivo in Italia l’appuntamento è al prossimo EICMA 2018.