I migliori scooter sotto i 3.000 euro

Covid-19 e le sue conseguenze economiche e sociologiche stanno cambiando il mondo. Anche la mobilità, con i suoi bisogni, non sarà più la stessa.

La mobilità dopo il lockdown

AGGIORNATO 25/11/2020 – “Tornerà tutto come prima…” ma anche “Nulla sarà più come prima…“. Sono le due campane che suonano in questi tempi in cui attendiamo di conoscere come si svolgeranno la Fase 2 e Fase 3 del post-pandemia. A quale scenario dobbiamo prepararci? Sicuramente passerà un bel po’ di tempo prima di tornare a vedere le ammucchiate sui mezzi pubblici. Per quanto possibile, la gente cercherà di spostarsi da sola sui propri mezzi e chi aveva pianificato un investimento su un’auto nuova, probabilmente rimanderà a quando l’economia riprenderà a girare, oppure cambierà obiettivo, ridimensionando il budget. Ecco perché crediamo che il mercato degli scooter economici a basso prezzo possa diventare appetibile per chi è alla ricerca di un mezzo per il commuting, in autonomia e con costi di gestione ridotti. Attenzione, ovviamente solo gli scooter sotto i 125 cc possono essere guidati con la patente B (quella dell’auto) però non entrano in tangenziale e/o autostrada. Per gli altri è necessaria la patente motociclistica.