Nuova Opel Corsa
Al volante della 1.2 turbo da 100 cavalli

Razionale come ci si aspetta da una Opel, però molto hi-tech e ben fatta. Ecco come va

19 novembre 2019 - 19:10
Potenza
74 kW/100 cv
Consumo medio
4,3 l/100 km
Prezzo
da 16.550 euro

E tre. Dopo Renault Clio e Peugeot 208, la nuova Opel Corsa. In attesa di guidare anche le nuove Honda Jazz e Toyota Yaris. Insomma è un periodo più unico che raro, questo, per quelle che una volta erano le utilitarie e che oggi sono cresciute nelle dimensioni, oltre i 4 metri, ma anche e soprattutto nel comportamento su strada e nelle dotazioni tecnologiche. Adesso vi racconto come va la Corsa, ma vi anticipo che se siete molto attenti al budget, proprio questo potrebbe essere l’affare migliore…

Oltre i 4 metri

Dimensioni, dunque. La lunghezza della nuova Corsa è pari 4,06 metri, per 1,77 di larghezza e 1,43 di altezza. E se la stazza non è più – da tempo peraltro – quella che si riconduce a un’auto 100% cittadina, l’ottima notizia è che il peso, quello sì, è tornato a scendere: la Corsa base sta infatti al di sotto dei 1.000 kg, 980 per la precisione. A vantaggio di efficienza ed emissioni, di handling e comfort.

Questione di basi

Ho citato prima Clio e 208. Con la Peugeot, per i pochi che non lo sapessero, la Opel Corsa condivide il pianale, quindi telaio, sospensioni, passo, carreggiate… Insomma, scheletro e muscolatura, per capirci. Tutto è identico, fra 208 e Corsa. Il che si traduce, almeno sulla carta e più avanti vedremo se anche nella realtà, in una dinamica molto simile, che cambia solo in virtù del fine tuning, cioè della messa a punto di molle, ammortizzatori, sterzo e poco altro.

Spaziosa, soprattutto per le persone

Avere il pianale in comune significa anche, mm più millimetro mm, avere lo stesso volume interno e la medesima distribuzione degli spazi. Quanto alla posizione di guida, le ampie regolazioni e il corretto allineamento di volante/pedaliera/sedile e leva del cambio permette a guidatori di tutte le taglie di ritagliarsi la posizione di guida ideale. Dietro, com’è logico aspettarsi su auto di queste dimensioni, viaggiano comodi due adulti più un ragazzino. E poi c’è il bagagliaio, capitolo importantissimo: quello della Corsa offre 309 litri di capacità, che scendono a 265 per l’elettrica. Numeri identici a quelli della 208 e non al top del segmento. Fa meglio la Clio, punto di riferimento da questo punto di vista, con ben 391 litri, 366 per le diesel. Fanno meglio anche Ibiza e Polo (355 e 351 litri rispettivamente) e la Ford Fiesta: 311.

Ti assiste, ti aiuta

Su tutte le versioni, la Corsa offre un vero e proprio schieramento di ADAS, sistemi di assistenza alla guida che prevengono e, nei limiti del possibile, correggono l’errore umano. Sistema anti colpo di sonno, cruise control (anche adattivo, in base alle dotazioni), riconoscimento dei segnali stradali (anche quelli dinamici a LED), mantenimento corsia, frenata automatica d’emergenza sono tutti compresi nel prezzo.

E ti connette

Sempre a proposito di tecnologia, più avanti arriverà anche l’opzione per aprire e avviare l’auto tramite smartphone. Già disponibili invece il navigatore live con informazioni sul traffico in tempo reale e l’indicazione del prezzo dei carburanti, il collegamento diretto con l’assistenza in caso di guasto e la chiamata di emergenza (eCall). Molto utili, infine, le due prese USB posteriori (oltre a quella anteriore per Apple CarPlay e Android Auto) che permettono non solo la carica dei dispositivi, ma la ricarica veloce. E peccato, già che siamo dietro, che manchi una luce dedicata.

Il prezzo è giusto?

Grandi, solide, ben fatte e con poco o nulla da invidiare, tecnologicamente, alle auto di categoria decisamente superiori. Eppure, pur sempre di Opel Corsa, 208, Clio, Fiesta, e così via, si parla. Modelli che nel percepito del cliente non possono superare una certa soglia di prezzo. Bene, la Corsa con motore a benzina da 101 cv parte dai 16.550 euro della versione Edition per arrivare ai 18.150 della GS Line. Con lo stesso motore, la 208 è offerta a prezzi compresi fra 17650 e 21250 euro. Sempre con un 3 cilindri turbo a benzina, stavolta 1.0 EcoBoost, la Fiesta va da 20.150 a 22.600. La Clio? Dai 17.050 euro della Zen (ci sarebbe anche la Life a 16.050 ma l’allestimento non è all’altezza dell’auto) ai 20.750 della Edition One. Quanto alla Ibiza e alla Polo, 16.650 – 18.400 euro e 17.450 – 19.250 euro rispettivamente.

La versione consigliata

Come scritto in apertura, la Corsa è dunque una delle più economiche del suo segmento, anche se il consiglio è di lasciar perdere l’allestimento Edition, per non dover rinunciare (o trovarsi a pagarli a parte) ai vetri elettrici posteriori, al bracciolo anteriore con vano e 2 portabicchieri, ai fari full led e tanto altro. Insomma, se dovessi darvi un consiglio non avrei dubbi e direi Corsa 1.2 da 101 cavalli in allestimento Elegance: fari full led, schermo da 10 pollici, volante rivestito in pelle con comandi sulle razze e tutti i sistemi di assistenza alla guida che vi ho elencato prima. Il tutto, a 18.150 euro.

Pro

  • Qualità generale
  • Comfort sospensioni
  • Tecnologia

Contro

  • Manca la plafoniera per i sedili posteriori
  • Insonorizzazione non al top

Commenta per primo