Nuova Dacia Sandero, ecco perché non è più low cost – La prova

La convenienza rimane, ma la qualità è decisamente superiore a prima. Sarà una rivale molto difficile per tutte…

Sapete qual è la sesta macchina più venduta d’Italia, nei primi 9 mesi del 2020? La Dacia Sandero. Se qualcuno l’avesse ipotizzato una decina di anni fa si sarebbe preso del matto e, probabilmente, nemmeno il più ottimista tra i responsabili di prodotto di Renault Italia si è spinto così tanto in là, all’epoca. Invece la Sandero ha saputo affermarsi come una grande protagonista del mercato. Il merito è innegabilmente dei prezzi, alla portata di tutti, ma sarebbe riduttivo e anche ingiusto attribuire tanto successo a una questione puramente economica.

Molto ha fatto il design. Molto, la tranquillità che dietro a Dacia c’è la tecnologia Renault. Magari non la più aggiornata (motori a parte che invece non possono che essere di ultima generazione per rispettare le norme anti inquinamento) ma comunque valida e collaudata.

Piacere di guida: che miglioramento!
Si conferma molto confortevole
Dentro è tecnologica quanto basta
La convenienza non si discute