Renault Arkana, come va e quanto consuma su strada

Sotto la carrozzeria da SUV-coupé nasconde una meccanica messa a punto soprattutto per il comfort

Renault Arkana, i consumi reali

L’Arkana ibrida “per davvero” è un’altra, è quella contraddistinta dal numero 145: condivide la tecnologia con la Clio e si tratta di un’auto full hybrid. La Renault Arkana di questo test invece è mild: ciò significa che con il motore a benzina spento non si percorre nemmeno un metro. L’elettrico però c’è e sgrava, almeno in piccola parte, il 1.300cc 4 cilindri turbo da 140 CV (che a breve sarà affiancato da una versione accreditata di 160 CV).

Detto questo, indipendentemente dal “grado” di elettrificazione, l’efficienza è fondamentale sempre e comunque, sulle auto di oggi. Sì, anche sui SUV. E la francese, soprattutto per l’altezza da terra (i già citati 19,9 cm), non ha l’aerodinamica dalla sua parte. Non se la si paragona a una compatta di segmento C, almeno. Andiamo a vedere come se la cava nella nostra prova consumi.

Il percorso della prova e lo stile di guida

Il tragitto lungo il quale si snoda il nostro test consumi è lungo 100 km esatti e prevede partenza e arrivo a Rho (provincia di Milano), dove ha sede Red. Un giro che comprende tutte le tipologie di percorso. Autostrada (30% dei chilometri totali) con tratti a 130 (60%) e altri a 110 kmh (40%) di velocità costante. Strade extraurbane (40%), quindi 90 e 70 kmh di velocità. E naturalmente la città (30%).

Quanto allo stile di guida, sono poche ma ferree le regole fondamentali: rispetto dei limiti di velocità; gradualità su gas e freno; non si tratta di un’economy run. Nella nostra prova consumi ci si deve adeguare al flusso del traffico e non esasperare i rallentamenti né i veleggiamenti.

I consumi reali

Nel classico “pieno-pieno”, ovvero partenza con il serbatoio colmo e rifornimento (alla stessa pompa) a fine giro, la Arkana TCe 140 ha consumato 7,35 litri, per una percorrenza media pari a 13,6 km/l. Un dato non eccezionale, questo è sicuro, ma proporzionato alle dimensioni della vettura, alle sue prestazioni e, da non dimenticare, al fatto che il cambio è automatico. Ok, si tratta di un moderno doppia frizione, ma l’efficienza cala comunque un po’.