Avere meno di 25.000 euro e… tanta voglia di guidare! Non di stringere semplicemente tra le mani un volante, bensì di provare emozioni, sentire l’avantreno che scava l’asfalto in inserimento, percepire il retrotreno che accenna un sovrasterzo in rilascio, inebriarsi del limitato coricamento laterale in percorrenza e, una volta terminate le curve, venire travolti dal sound del propulsore. Vivere l’auto. Viverla profondamente. Possibilmente senza essere colti da crisi di rigetto ogni volta che l’occhio incrocia la silhouette del proprio mezzo. Tutto ciò è possibile con una cifra tutto sommato contenuta? Assolutamente sì.

MINICooperS-003

Spendendo meno di 25.000 euro sono disponibili modelli decisamente coinvolgenti: non solo per sportività e prestazioni, ma anche per design, cura costruttiva, scelta dei materiali e layout dell’abitacolo. Ciò che conta, indipendentemente dalle configurazioni di carrozzeria e dalle motorizzazioni, è che l’auto prescelta abbia carattere e riesca a trasmettere emozioni. Ecco una selezione delle vetture più cool sul mercato, proposte a una cifra ragionevole.

Abarth 500 1.4 T-Jet 595 Competizione
Abarth50014TJet595Competizione-003

Non è la più potente tra le 500 dello Scorpione – l’estrema versione 695 Biposto si attesta a 190 cv – ma ha comunque grinta da vendere: grazie ai 180 cv erogati dal 4 cilindri 16V di 1.368 cc alimentato a benzina e sovralimentato mediante turbocompressore a gas di scarico, Abarth 500C 1.4 T-Jet 595 Competizione scatta da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi e raggiunge una velocità massima di 225 km/h. Il sound roco del propulsore è una costante, mentre gli scoppiettii in rilascio portati in dote dallo scarico Record Monza (di serie) rappresentano la ciliegina sulla torta. In alternativa alla trasmissione manuale a 5 rapporti di serie è disponibile un cambio elettroattuato a 5 marce corredato di levette al volante (1.500 euro). Le sospensioni Koni sono granitiche, il feeling con lo sterzo immediato, l’agilità da riferimento. Costa 25.350 euro. 350 euro oltre il budget prefissato, ma… è un sacrificio che s’ha da fare!

BMW 116i
BMWSerie1-002

È tra le berline compatte più sportiveggianti. Il budget ridotto consente di accedere alla versione entry level, ma si tratta comunque di una scelta d’alto livello. Sotto il cofano pulsa un tricilindrico 1.5 turbo a iniezione diretta di benzina, condiviso con MINI, forte della fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico e del controllo continuo delle valvole Valvetronic. Un propulsore regolare nell’erogazione, con una discreta propensione all’allungo e in grado di sprigionare 109 cv e 180 Nm di coppia, sufficienti per spingere 116i da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi a fronte di una velocità massima di 195 km/h e di una percorrenza media di 20 km/l. L’allestimento Advantage porta in dote ABS, ESP, 6 air bag, climatizzatore automatico, cerchi in lega da 16 pollici, cruise control, fendinebbia, sensori di parcheggio posteriori e vivavoce Bluetooth. Non manca nulla. 116i Advantage 3p. costa 24.750 euro.

Ford Fiesta ST
FordFiestaST-002

Non sottovalutatela! Pur potendo contare su di una manciata di cavalli in meno rispetto alle dirette rivali, si conferma tra le compatte sportive più efficaci e divertenti sul mercato. L’assetto mediamente rigido contiene l’emergere del rollio e al tempo stesso scongiura la perdita delle otturazioni dentali in presenza di sconnessioni dell’asfalto, l’avantreno è rapido in inserimento, lo sterzo comunicativo: si lascia dare del tu. Sotto il cofano pulsa un 4 cilindri 1.6 turbo 16V a iniezione diretta di benzina da 182 cv che porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi, una velocità massima di 220 km/h e una percorrenza media – più che accettabile – di 16,9 km/l. Cambio manuale a 6 marce e cerchi in lega da 17 pollici. Il prezzo? 22.000 euro. La dotazione di serie? Competa. Spendendo ulteriori 500 euro è possibile beneficiare del navigatore satellitare.

Kia Soul 1.6 CRDi
KiaSoul2014-002

È l’auto matrioska: estetica da crossover, abitabilità da piccola monovolume, guidabilità da compatta, finiture da berlina che s’affaccia al mondo premium. E un design assolutamente originale. Il propulsore ideale è il 4 cilindri 16V td common rail di 1.582 cc, accreditato di 128 cv e 260 Nm di coppia nonché caratterizzato da un’erogazione estremamente lineare. Kia Soul 1.6 CRDi scatta così da 0 a 100 km/h in 11,2 secondi, raggiunge i 180 km/h e percorre mediamente 22,7 km/l. La dotazione di serie, stante un unico allestimento, è decisamente completa: ABS, ESP, 6 air bag, cerchi in lega da 18 pollici, climatizzatore, cruise control, fendinebbia, radio CD/Mp3 con tecnologia Bluetooth, telecamera in retromarcia e vetri posteriori oscurati. Kia Soul 1.6 CRDi You Soul costa 21.500 euro, cui aggiungere 1.500 euro per l’imperdibile trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti.

Mazda MX-5 1.5
MazdaMX5-001

100 kg più leggera del precedente modello, a trazione posteriore e con una ripartizione delle masse 50/50 tra avantreno e retrotreno: Mazda MX-5 è tra le roadster più affascinanti e accessibili sul mercato. Il raffinato schematismo delle sospensioni – anteriori a triangoli sovrapposti e posteriori multilink – si accompagna a uno sterzo comunicativo e una linea mozzafiato. Il budget a disposizione obbliga a optare per la motorizzazione entry level, vale a dire per il 4 cilindri 1.5 aspirato Skyactiv-G a iniezione diretta di benzina, in grado di erogare 131 cv e 150 Nm di coppia cui conseguono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi – complice il peso contenuto in 975 kg –, una velocità massima di 204 km/h e una percorrenza media di 16,7 km/l. Cambio manuale a 6 rapporti. Mazda MX-5 1.5 in allestimento Evolve costa 25.300 euro ed è dotata di serie d’ABS, ESP, 2 air bag, climatizzatore, cruise control, radio CD/Mp3 e navigatore.

MINI Cooper S
MINICooperS-001

L’emblema del kart feeling: sterzo comunicativo, avantreno preciso quanto un bisturi, retrotreno propenso al sovrasterzo e sospensioni granitiche. MINI Cooper S è divertimento allo stato puro. Certo l’abitabilità non è da riferimento, la capacità di carico è in linea più con una city car che con una compatta e lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori… I passeggeri posteriori NON devono avere le gambe! Detto questo, Cooper S beneficia di un propulsore entusiasmante, vale a dire del nuovo 4 cilindri turbo benzina di 2,0 litri, forte di 192 cv e garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi, complici la rapidità del cambio manuale a 6 marce e il peso contenuto in 1.160 kg. Velocità massima di 235 km/h e percorrenza media di 17,5 km/l. Mini Cooper S costa 25.200 euro e la dotazione di serie include ABS, ESP, 4 air bag, climatizzatore, fendinebbia, radio CD/Mp3 e cerchi in lega da 17 pollici.

Peugeot 308 1.6 BlueHDi
Peugeot308-003

Di sportiveggiante ha solo la linea; in compenso offre la qualità d’una vettura premium al prezzo d’una berlina media comune. Ben rifinita, con un abitacolo abbastanza spazioso e un bagagliaio capiente, Peugeot 308 è tutto fuorché convenzionale, come confermano la strumentazione collocata in posizione insolitamente rialzata e il volante di diametro ridotto. Lo sterzo è diretto e preciso, l’assetto votato al comfort e la tenuta di strada tra le migliori della categoria. Il motore ideale è il 4 cilindri 1.6 td common rail a iniezione d’urea – così da rispettare la normativa antinquinamento Euro 6 – da 120 cv, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi e di una percorrenza media degna di un’utilitaria: 26,3 km/l. Cambio manuale a 6 marce. L’allestimento Allure porta in dote ABS, ESP, 6 air bag, climatizzatore automatico bizona, cruise control, radio CD/Mp3, cerchi in lega da 17 pollici, fari a LED e sensori di parcheggio posteriori. Peugeot 308 1.6 BlueHDi Allure costa 24.700 euro.

Smart fortwo 70 twinamic
smartfortwo70automatic-001

Nessuno storca il naso! Si tratta sì di una city car dalle dimensioni microbiche – è lunga 2,70 metri – ma vanta contenuti tecnici e un’estetica nettamente superiori al passato. In aggiunta, grazie al debutto della trasmissione a doppia frizione a 6 marce twinamic, è finalmente dotata di un cambio automatico discretamente rapido, impercettibile negli innesti, confortevole e inappuntabile nel funzionamento. Un’unità che consente di sfruttare appieno l’elasticità del 3 cilindri in linea benzina 12V di 999 cc, collocato posteriormente, condiviso con Renault Twingo e accreditato di 71 cv e 91 Nm di coppia. È così possibile scattare da 0 a 100 km/h in 15,1 secondi, raggiungere i 151 km/h e percorrere mediamente 24,4 km/l, beneficiando al contempo di un’agilità sconosciuta alle rivali e di un comfort, complici le sospensioni mediamente cedevoli, nettamente superiore rispetto al vecchio modello. Smart fortwo 70 twinamic in allestimento top di gamma proxy costa 16.510 euro.

Volkswagen Polo GTI
Der neue Volkswagen Polo GTI

Ha tutto: blasone, performance, cura costruttiva degna d’una vettura premium e un aspetto moderatamente aggressivo. Sotto il cofano pulsa un quadricilindrico 1.8 16V a benzina sovralimentato mediante turbocompressore, accreditato di 192 cv e 320 Nm di coppia, caratterizzato dalla doppia strategia d’iniezione: diretta a una pressione di 200 bar come standard, indiretta, ovvero nel collettore d’aspirazione, ai carichi parziali. Propulsore forte della fasatura variabile e abbinato alla trasmissione a doppia frizione DSG a 7 marce, così da scattare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi, toccare i 236 km/h e percorrere mediamente 17,8 km/l. Rapida in inserimento, reattiva nei trasferimenti di carico ed efficace nel misto, complice lo sterzo diretto e preciso, Polo GTI può contare su di una tendenza al rollio decisamente contenuta grazie alle sospensioni – McPherson all’avantreno e a ruote interconnesse al retrotreno – dalla taratura sensibilmente più rigida rispetto alle versioni meno performanti. VW Polo 1.8 GTI DSG 3 porte costa 23.450 euro.