Jaguar E-Pace: impronta sportiva

19 luglio 2017 - 8:07

La regina del prossimo Salone di Francoforte potrebbe essere lei. La E-Pace, seconda SUV della storia Jaguar e “sorella minore” della F-Pace, è una vettura cruciale per il costruttore britannico e al tempo stesso una delle sport utility più affascinanti mai realizzate. Forte di una linea profondamente ispirata alla sportiva F-Type, tanto da essere definita dalla Casa una “performance SUV”, sfida rivali premium del calibro di BMW X1, Audi Q3 e Mercedes-Benz GLA.


Integral Link e Configurable Dynamics
C’è molto della coupé F-Type nella nuova SUV Jaguar. Innanzitutto nel profilo dei gruppi ottici a LED e nel design del frontale, così come nell’andamento della linea di fiancata e del retrotreno. Lunga 4,39 metri, vale a dire 34 cm in meno rispetto alla F-Pace, la E-Pace si conferma parente stretta delle sportive del Giaguaro. Scocca e sospensioni sono in alluminio, la trazione integrale, alternativa alla soluzione 2WD all’avantreno, si avvale della funzione Torque Vectoring e lo schematismo delle sospensioni al retrotreno è di tipo Integral Link a ruote indipendenti. In aggiunta, analogamente alla più recente generazione delle berline XE ed XF, nonché della citata F-Pace, è disponibile il sistema Configurable Dynamics che permette di armonizzare la servoassistenza dello sterzo, l’erogazione del motore, la taratura degli ammortizzatori adattivi (qualora presenti) e la logica di gestione del cambio in funzione di diversi programmi di marcia.

Cambio automatico a 9 rapporti
Sei cilindri? Ma anche no, grazie. La nuova E-Pace adotta esclusivamente i propulsori quadricilindrici a iniezione diretta della benzina o del gasolio della famiglia Ingenium. La gamma ruota attorno ai Diesel 2.0 da 150, 180 e 240 cv (quest’ultimo in configurazione biturbo) nonché ai turbo benzina da 2,0 litri in grado di erogare 250 o 300 cv. La trasmissione automatica a 9 rapporti ZF del tipo mediante convertitore di coppia è di serie sul 2.0 td da 240 cv e in abbinamento ai benzina, mentre le altre versioni si avvalgono, come primo equipaggiamento, di un classico cambio manuale a 6 marce. Quanto alla sicurezza, analogamente alla più recente produzione Jaguar, sono disponibili la frenata automatica d’emergenza, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia con reazioni attive allo sterzo, la segnalazione d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco e il monitoraggio del traffico alle spalle del veicolo in manovra. Tecnologie cui si affiancano il parcheggio autonomo, il riconoscimento della segnaletica stradale e, soprattutto, il cruise control adattivo in grado di seguire la vettura che precede.


Abitacolo hi-tech
L’abitacolo, fatta eccezione per il bagagliaio dalla capienza compresa tra 577 e 1.234 litri, s’ispira anch’esso alla sportiva F-Type. Omologata per cinque persone, la E-Pace adotta il sistema multimediale Touch Pro corredato di un display da 10 pollici. Una soluzione che integra la funzione hotspot 4G e la possibilità di controllare l’auto da remoto mediante un’app per smartphone o smartwatch. Hi-tech la strumentazione integralmente digitale, forte di un display da 12,3 pollici, così come l’head-up display con tecnologia TFT che permette di aumentare sensibilmente la risoluzione e i parametri visibili. Attesa nelle concessionarie entro la fine dell’anno, la E-Pace vedrà il listino partire da 36.800 euro.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto, le idee regalo per il Natale 2019

Monza Rally Show 2019

Assicurazioni RC auto con soldi e calcolatrice

Assicurazione RC auto, sconto per le famiglie nel decreto fiscale