Targhe dell’Est Europa, ecco come si sfugge a bollo, multe e assicurazioni

Il renting di un’auto con targa tedesca Tra i fenomeni simili a quello della vendita all’estero e successivo “noleggio” della […]

Il renting di un’auto con targa tedesca

Tra i fenomeni simili a quello della vendita all’estero e successivo “noleggio” della propria vettura vi è il “renting” di un’auto con targa tedesca. Pur trattandosi di uno dei Paesi cardine dell’Unione europea, anche in questo caso sono possibili indebiti vantaggi. Il trucco consiste nell’attivare un nolo a lungo termine di un’auto immatricolata in Germania e quindi circolare tranquillamente in Italia evitando superbollo e costi d’assicurazione. Le multe, oltretutto, difficilmente arriveranno a destinazione, dato che autovelox e tutor in Italia fotografano per lo più la targa dei veicoli, mentre in terra tedesca la contravvenzione è valida solamente se il conducente è riconoscibile. Il costo del noleggio, come se non bastasse, può essere detratto dalla dichiarazione dei redditi.

L’intermediario straniero

L’immunità dalle multe

Le assicurazioni balcaniche

Una truffa ai danni dello Stato

La trasmissione de Le Iene

L’escamotage del noleggio

I rischi di conseguenze penali