Auto ibride plug-in: autonomia (elettrica) a confronto

Inquinare meno, diminuire i consumi e percorrere tanti km in elettrico. Già, ma quanti km? Ecco l’autonomia delle migliori ibride plug-in sul mercato, divise per categoria

Station wagon

Audi A6 Avant

Audi A6 Avant 55 TFSI e quattro

Pensando a viaggi in totale comodità, senza farsi mancare nulla, Audi A6 nella sua versione station wagon – per la Casa tedesca “Avant” – è sicuramente tra le prime scelte, budget permettendo. Le motorizzazioni, esclusivamente ibride per l’ultima generazione, accompagnano la recente variante plug-in da 14,1 kWh di capacità e 51 km di autonomia elettrica. L’unico allestimento ibrido plug-in (A6 Avant 55 2.0 TFSI e) ha un prezzo di partenza di 75.200 euro.

Kia Ceed station

Kia Ceed station wagon plug in

Non tra le più vendute station wagon di sempre, Kia Ceed – dalla terza generazione senza apostrofo – si distingue per un prezzo di partenza competitivo ed il fatto di avere sei nuovissimi allestimenti ibridi, di cui uno plug-in. Stiamo parlando della motorizzazione 1.6 GDi da 141 CV (37.250 euro). La batteria da 8,9 kWh permette un’autonomia elettrica di 60 km.

Peugeot 508 station

Oltre alla berlina, nella nostra rassegna abbiamo deciso di inserire anche la versione station wagon di Peugeot 508 (2020). A differenza di Peugeot 3008 non è previsto l’allestimento Hybrid4 a trazione integrale ma “solo” la versione a trazione anteriore: 508 Hybrid 225 e-EAT8 SW. Sempre ibrida plug-in, questa motorizzazione può contare su 52 km di autonomia elettrica (batteria da 11,8 kWh). Prezzo di partenza: 48.250 euro.

Renault Mégane station

Anche se molti di voi potrebbero apprezzare maggiormente la versione berlina, Renault Mégane si distingue anche per la carrozzeria familiare. Gli unici allestimenti ibridi disponibili sono plug-in; nome in codice: Mégane Sporter Plug-in Hybrid E-TECH. Il prezzo di partenza è pari a 37.250 euro, 158 CV di potenza, batteria da 9,8 kWh e 65 km di percorrenza elettrica secondo il ciclo WLTP.

Skoda Octavia wagon

Tra le familiari, Skoda Octavia si è sempre distinta. La motorizzazione 1.4 TSI plug-in Hybrid – 37.000 euro per l’allestimento Executive da 204 CV e 42.800 euro per la versione RS da 245 CV –  garantisce fino a 60 km di autonomia in elettrico, dichiarati dalla Casa, grazie alla batteria da 13 kWh. Nella nostra #ThehundREDChallenge l’autonomia massima è risultata di poco inferiore: 51 km in elettrico.

Skoda Superb Station

Skoda Superb station TSI plug-in

Per il modello 2019-2020 la versione wagon di Skoda Superb aggiunge qualche ritocco estetico ed un’anteprima degna di nota: il primo modello di serie Skoda con propulsore ibrido plug-in. Quattro gli allestimenti ibridi disponibili, tutti plug-in, da 218 CV e con un prezzo di partenza di 45.100 euro. La batteria da 13 kWh permette a questa familiare di percorrere 56 km zero-emissioni.

Volkswagen Passat

Volkswagen Passat GTE Variant

L’ammiraglia di casa Volkswagen, in veste station wagon, si elettrifica grazie all’unico allestimento ibrido (plug-in) presente in gamma: stiamo parlando della motorizzazione 1.4 GTE DSG da 52.950 euro. Per questa familiare, con batteria da 13 kWh, l’autonomia elettrica è pari a 56 km.

Volvo V60 Recharge

Volvo V60 recharge plug-in

Volvo, oltre al già citato XC40 Recharge, applica una massiccia elettrificazione anche sulle “passo lungo” della gamma. Nello specifico, i nuovi allestimenti plug-in comprendono V60 T6 da 253 CV e V60 T8 da ben 303 CV; una potenza complessiva un po’ troppo alta come anche il budget necessario (a partire da 58.250 euro) e le aspettative per questa familiare decisamente premium. Entrambi i modelli hanno a disposizione batterie da 11,2 kWh ed un’autonomia elettrica di circa 55 km.

Berline

Crossover

Station wagon

Monovolume e SUV