Auto ibride plug-in: autonomia (elettrica) a confronto

Inquinare meno, diminuire i consumi e percorrere tanti km in elettrico. Già, ma quanti km? Ecco l’autonomia delle migliori ibride plug-in sul mercato, divise per categoria

Berline

Audi A3

Partiamo in ordine alfabetico: tra le più accessibili ibride plug-in troviamo l’Audi A3 Sportback. Non è immediato pensare a un’Audi come economicamente conveniente rispetto ad altri marchi ma, in questo caso, a partire da 39.750 euro è possibile acquistare l’allestimento TFSI e S tronic da 204 CV. La batteria da 13 kWh garantisce circa 67 km di autonomia; 61 km per la più potente variante da 245 cavalli (entrambi i dati sono riferiti al ciclo WLTP).

BMW Serie 3

Rimanendo in Germania troviamo BMW e la storica Serie 3. Gli allestimenti dedicati alla trazione ibrida plug-in sono il 330e (54.500 euro) ed il recentissimo 320e (48.450 euro). Per il primo, l’autonomia dichiarata è di 66 km mentre per il 320e il range elettrico va da 48 a 57 km in base alla carrozzeria scelta, berlina o station wagon. Velocità massima in modalità completamente elettrica: 140 km/h.

Hyundai Ioniq

I quattro allestimenti disponibili per Hyundai Ioniq sono esclusivamente ibridi, di cui due plug-in. Il 1.6 benzina da 105 CV (a partire da 37.000 euro) può fare affidamento su un motore elettrico da 43,5 CV supportato da 8,9 kWh di batteria; l’autonomia elettrica è pari a 63 km.

Mercedes Classe A e Classe C

La Casa della stella a tre punte affronta il mercato delle berline plug-in con diversi modelli tra cui Classe A e Classe C, rispettivamente negli allestimenti A 250 e e C 300 e. La più compatta di casa Mercedes, Classe A, può contare su ben 15,6 kWh di capacità e 78 km di autonomia elettrica. Mercedes C300 e plug-in hybrid, nonostante la stessa capacità in kWh, si spinge al massimo fino a 56 km. Entrambi i modelli hanno una velocità di punta in elettrico di 130 km/h. Prezzi di partenza: 43.110 euro per Classe A e 52.044 euro per Classe C, sempre in versione berlina.

Peugeot 508

Peugeot-Elettrificate-508-hybrid-2020_00009

La seconda generazione di Peugeot 508 è stata presentata al Salone di Ginevra 2018 e successivamente (settembre 2019) ha deciso di abbracciare l’elettrico con la versione Hybrid 225. Grazie alla batteria da 11,8 kWh, questa berlina francese è in grado di percorrere fino a 52 km in modalità totalmente elettrica. Prezzo di partenza per l’allestimento Allure: 47.250 euro.

Seat Leon

SEAT-Leon-e-HYBRID

Gli spagnoli, da tempo sotto il controllo del Gruppo Volkswagen, riescono ad ottenere 60 km di autonomia elettrica grazie alla nuova (modello 2020-2021) Seat Leon e-Hybrid. Questo modello ibrido plug-in, 250 kg più pesante della “meno elettrica” mild hybrid 1.5 eTSI, ha un’abbondante batteria da 12,8 kWh. Prezzo di partenza allettante: 34.650 euro.

Volkswagen Golf

A proposito di Gruppo Volkswagen, i tedeschi sfoggiano fieri l’ottava generazione di VW Golf in versione ibrida plug-in. Disponibile nell’allestimento 1.4 TSI eHybrid da 204 CV e nella più “cattiva” 1.4 GTE da 245 cavalli, questa berlina compatta può contare su un pacco batterie da 13 kWh (il 50% più capiente rispetto alla versione ibrida plug-in della settima generazione). I dati riferiti al ciclo WLTP attestano l’autonomia elettrica a 70 km per Golf TSI eHybrid (38.100 euro) e 60 km per Golf GTE (43.400 euro). Velocità massima in elettrico: 130 km/h.

Berline

Crossover

Station wagon

Monovolume e SUV