Dall’Alfa Romeo Giulia al Maggiolino, a volte ritornano. Promossi e bocciati

Sono tanti i modelli che riprendono il nome di auto famose. Non sempre con merito

FORD PUMA

ford puma 2020 rossa tre quarti posteriore

È fresca di arrivo sul mercato (e non poteva esserci momento peggiore, in piena emergenza Coronavirus) e, nelle primissime settimane di commercializzazione, è andata alla grande. I numeri di vendita, comunque, non possono essere presi in considerazione: troppo presto. Detto ciò, la Puma è un interessante caso di marketing. Nasce nel 1997 come piccola coupé su base Fiesta, rinasce nel 2019 come SUV, sempre su base Fiesta.

Molti i commenti negativi degli appassionati, secondo cui si sarebbe stato “profanato” un nome. L’opinione di Red? Forse è mancata un po’ di fantasia, questo sì. Altrettanto certo è l’alto livello della vettura: che si parli di design (tra i più personali in assoluto), di qualità stradali e di funzionalità, la Puma 2019 è riuscita da tutti i punti di vista. E, statene certi, sulle nostre strade ci saranno molte più Puma SUV di quante Puma coupé ci siano state vent’anni fa. Promossa.

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulietta
Dacia Duster
Fiat 500
Ford Mustang Mach-E
Ford Puma
Lancia Delta
Lancia Flavia
Lancia Thema
Land Rover Defender
Maserati Ghibli
MINI
Volkswagen Maggiolino