Maxi Enduro ecco le protagoniste del 2019

Se tra le auto tutti vogliono i SUV, tra le moto sono Enduro a recitare la parte del Leone. Per il 2019 in questo segmento arriveranno molte novità, alcune sono novità assolute altre sono profondi aggiornamenti di modelli già conosciuti. Ecco quelle che, secondo noi, saranno le protagoniste del 2019

3 gennaio 2019 - 0:01

29.578 moto vendute da gennaio a Novembre 2018 (manca ancora il dato di dicembre per chiudere l’anno). Il segmento che insieme alle Naked regge letteralmente il mercato è quello delle Maxi enduro. Il motivo del loro successo è facile da comprendere. Sono moto assolutamente poliedriche, veloci, tecnologiche, le puoi caricare come cammelli e viaggiare in tutto il mondo. E soprattutto sono molto di moda. Non è un caso che a Eicma proprio in questo segmento siano arrivate moltissime novità assolute e altrettanti aggiornamenti, oltre ai modelli confermati come KTM 1290 Adventure e Ducati Multistrada 1260.

Facile quindi credere che il 2019 per questo segmento sarà ancora un anno formidabile. Alcune di loro le abbiamo anche già provate, ma in questo servizio ve le raccontiamo rapidamente una per una così che abbiate un quadro completo di quello che offre il mercato. Ecco una per una quali saranno le Maxi enduro migliori nel 2019.

BMW R 1250 GS

Ovviamente non possiamo che partire da lei, dalla regina del mercato. La GS cresce in cilindrata e in tecnologia. Da sempre, per tradizione, è lei la prima moto a ricevere gli aggiornamenti tecnologici, questa volta parliamo del sistema Shift Cam di fasatura variabile che porta la potenza a 136 cv ma soprattutto regolarizza moltissimo il funzionamento del Boxer. Sicura protagonista sul mercato ha nella versione HP, più sportiva, una sicura candidata al successo commerciale. Prezzi a partire da 17.850 euro. È già dai concessionari e noi l’abbiamo già provata.

DUCATI MULTISTRADA 950 E 950 S

Brava Ducati ad allargare la gamma delle sue Enduro Medie. La dotazione della Multistrada 950 S, in particolare è davvero molto interessante perché completissima a livello di equipaggiamento. E con i cerchi a raggi l’animo off road ne esce ovviamente enfatizzato. Il motore non cambia: bicilindrico Testastretta 11°, distribuzione desmodromica, 937 cc per 113 cv a 9.000 giri. I prezzi? 14.390 euro per la Multistrada 950, 16.390 per la Multistrada 950 S Rossa e 16.590 per la Multistrada 950 Grigia.

DUCATI MULTISTRADA 1260 ENDURO

Sempre in Casa Ducati non si può non citare la nuova Multistrada 1260 Enduro, anche lei, come la BMW R1250GS è gia passata sotto le nostre grinfie e la prova ci ha fatto scoprire quanto sia in effetti cambiata. Le novità vanno ben oltre il nuovo motore 1260 e la miglior gestione ciclistica potrebbe rilanciarla alla grande. Prezzi a partire da 21.690 euro. Vai alla prova.

BMW F850 ADVENTURE

La gemella avventurosa dell’enduro media BMW non ha riscosso moltissimi consensi, quando il motore era ancora 800. Quella nuova spinge parecchio sul look africano e sfrutta il motore bicilindrico da 853 cc e 95 cv. (197 km/h di velocità massima). Ma non è solo Look perché sulla F 850 GS Adventure, cambia rispetto alla versione standard l’escursione che cresce fino a 230 mm davanti (+26 mm), e 215 mm dietro (-4 mm) e anche l’altezza della sella che raggiunge gli 875 mm. Sono disponibili ben quattro altezze diverse: da un minimo di 815 mm fino agli 890. Prezzi a partire da 13.900 euro.

BMW R 1250 GS ADVENTURE

Se la GS è la prima a ricevere le novità tecniche, la Adventure è la seconda, di solito BMW fa passare un po’ di tempo tra una e l’altra novità, ma questa volta ha accelerato i tempi. I 136 cavalli del motore a fasatura variabile sono probabilmente ancora più utili su questa moto piuttosto che alla GS, ma anche in questo caso cresce un po’ il peso che passa da 263 a 265 kg. L’euro 5 colpisce anche in questo. Interessanti, invece, i consumi dichiarati oltre 21 chilometri litro. Prezzi a partire da 19.650 euro. Vai alla prova.

HONDA AFRICA TWIN

È un’altra di quelle moto che non possono mancare nella nostra rassegna, le novità per lei sono solo cromatiche con nuove grafiche, anche perché la Honda Africa Twin si è aggiornata proprio quest’anno, portando in dote una bella dose di elettronica e vincendo tra l’altro la comparativa di RED delle maxi Enduro con ruota da 21 pollici che vi invitiamo a leggere, se ancora non l’aveste fatto. Sarà sicuramente tra le protagoniste anche nel 2019 perché il suo bilanciamento tra potenza, peso estetica e capacità on e off road è tutt’ora vincente. Prezzi a partire da 13.450 euro.

KTM 790 ADVENTURE

Tra lei, Yamaha Tenere e Honda Africa Twin si giocherà probabilmente la guerra dei numeri nel segmento dell’enduro “medie” con ruota da 21. KTM come sua abitudine moltiplica l’offerta e propone la 790 Adventure in versione “base” e R. Di sicuro la R è quella più aspirazionale, ma la versione Base con sospensioni da 200 mm di escursione e un prezzo più allettante (12.699 euro per lei, mentre la R ha un listino che parte da 13.799) è quella che probabilmente venderà di più. A KTM va il merito di osare nelle linee e nella tecnica, con il serbatoio che si allunga molto in basso per abbassare il baricentro.

MOTO GUZZI V85TT

Non è la prima maxi enduro di Mandello, e nemmeno la prima di media media. Scavando con la memoria ricordiamo la Quota, la Stelvio o addirittura V65 TT (acronimo di Tuttoterreno) che partecipò addirittura alla Parigi Dakar, anche se in forma non ufficiale. La Moto Guzzi V85TT è una moto centrata, per potenza, peso (circa 215 kg con il pieno) ed ergonomia. Attorno a lei c’è grande entusiasmo e non solo tra i Guzzisti. Voci di corridoio parlano di un prezzo sotto i 12.000 euro. Il che la renderebbe molto interessante.

YAMAHA TENERE 700

Un anno di attesa per lei, per gli appassionati del marchio un mito che ritorna e il sogno di galoppate infinite nel deserto. La Yamaha Ténéré 700 è una delle moto che promette di più in termini di numeri, non parliamo di numeri tecnici, ovviamente ma di quelli di vendita. Perché per questa bicilindrica che a Iwata hanno voluto essenziale, leggera e molto “rallystica”, la scommessa è quella di un prezzo decisamente allettante, come è stato per tutte le nuove piattaforme lanciate di recente. Se davvero sarà così prepariamoci a vederne in giro davvero moltissime.

TRIUMPH SCRAMBLER XC E XE

La fuoriquota del gruppo, la inseriamo qui perché come già detto la Scrambler è una classica sui generis. La tecnica è modernissima, escursioni e luce a terra, soprattutto per la versione XE, sono da enduro professionale. Una off road vera con un look senza tempo, e un prezzo che, promettono, sarà molto aggressivo. Potenzialmente una candidata per chi ama le moto classiche, ma anche per chi ama le vere enduro e cerca qualcosa che lo distingua. Avevano promesso di non esagerare con i prezzi, e hanno mantenuto la promessa. La Scrambler 1200 XC costa 14.500 euro, mille euro in più (15.500) per la XE. Le abbiamo già testate, per cui se volete saperne di più leggete la nostra prova.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Prova Rieju NUUK 110
L’anticonformista

Promozioni moto: Suzuki lancia la campagna estiva per GSX-S750 

Yamaha R1 2020
Tutto sulla nuova Superbike di Iwata