BMW i8 Protonic Red Edition

Le auto che consumano meno al mondo

Spesso caratterizzate dalla propulsione ibrida, sono le vetture meno assetate del Pianeta. Con potenze da 68 a 442 cv e prezzi compresi tra 12.000 e 140.000 euro, percorrono sino a 167 km/litro.

Pubblicato giovedì 21 luglio 2016 · da

Non è necessario essere tirchi quanto Paperon de’ Paperoni per voler consumare meno carburante possibile. Nessuno gode nello spendere cifre da capogiro al distributore e, sebbene le alimentazioni alternative stiano prendendo sempre più piede, la propulsione totalmente elettrica, il metano, il GPL e soprattutto l’idrogeno sono ancora lontani dal costituire una scelta tanto economica quanto agevole. Persino il gas, sino a pochi anni fa considerato la nuova via, ha rallentato la propria diffusione a causa dello stop agli incentivi statali e della rete di distribuzione tutt’altro che capillare. Ma, una cosa va chiarita, come vengono calcolate queste mirabolanti percorrenze? Il “fino a” che abbiamo inserito nei testi chiarisce l’arcano. A batteria scarica i motori termici consumano come tutti i motori normali del monto, ma se quei 100 km vengono affrontati a batterie cariche, sfruttando quindi la trazione elettrica, le auto in questione possono percorrere i primi 50/60 km in elettrico e i restanti 50 con il motore termico. Da qui il calcolo…

Dynamic photo, Colour: Florett Silver

Viaggiare a benzina e gasolio, volenti o nolenti, è ancora la strada più facile. Ciò non significa, però, subire un salasso a ogni rifornimento. È sufficiente scegliere le vetture giuste e optare, molto spesso, per la tecnologia ibrida. Ecco, suddivise per categorie, le auto che consumano meno al mondo.

CITY CAR
Fiat 500 1.3 Multijet – 28,6 km/l
Fiat500-001

Un classico intramontabile. Basata sul pianale della Panda, conserva intatta l’aria sbarazzina della celebre antenata del 1957, pur risultando decisamente più grande e spaziosa. Lunga 3,57 metri, è ben rifinita e offre ampie possibilità di personalizzazione, specie attingendo alla lunga lista degli optional. L’unica motorizzazione diesel prevista è un 4 cilindri 1.3 td common rail omologato Euro 6 e accreditato di 95 cv e 200 Nm di coppia, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi e di una percorrenza media fino a 28,6 km/l. Tra le peculiarità del 1.3 td spiccano gli iniettori in grado di realizzare sino a 8 micro iniezioni per ciclo, l’abbinamento allo Start&Stop e all’alternatore a carico variabile oltre alla riduzione dei tempi di riscaldamento e all’adozione di una pompa dell’olio a portata variabile. Prezzi da 16.250 euro.

COMPATTE
BMW i3 Range Extender 94 Ah – 166,7 km/l
BMWi3RangeExtender-001

L’ibrida plug-in tedesca, recentemente rinnovata, è dotata di un propulsore elettrico da 170 cv e 250 Nm che si accompagna a un bicilindrico a benzina di 647 cc – originariamente adottato dallo scooter C 650 GT – incaricato di mantenere costante il livello di carica delle batterie. La vettura diviene così un’elettrica “ad autonomia estesa”, similmente a Chevrolet Volt/Opel Ampera e a Fisker Karma. In sostanza, un’auto a propulsione ibrida con sistema in serie anziché in parallelo come la maggior parte delle concorrenti, con il motore elettrico interposto tra termico e trasmissione in modo tale che questa sia sempre azionata dall’elettrico. L’autonomia, grazie alle nuove celle agli ioni di litio da 94 Ampere, raggiunge i 450 km. Tocca i 150 km/h, percorre mediamente quasi 170 km/litro – un vero e proprio record! – e scatta da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi. Il prezzo? 42.250 euro.

MEDIE
Volkswagen Golf GTE 1.4 TSI Plug-in DSG – 66,7 km/l

Autodesk VRED Professional 2014

Grazie alla propulsione ibrida plug-in – vale a dire caratterizzata da batterie ricaricabili mediante una comune presa elettrica – può contare contemporaneamente su 204 cv e una percorrenza media fino a quasi 67 km/l. L’autonomia di 939 km, dei quali oltre 50 in modalità puramente elettrica, è garantita dall’abbinamento tra il noto 4 cilindri 1.4 TSI (turbo a iniezione diretta di benzina) da 102 cv e un’unità elettrica capace di erogare fino a 102 cv. Scatta da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e raggiunge i 222 km/h. Il peso si attesta a 1.524 kg. Nell’alloggiamento del cambio DSG a doppia frizione a 6 rapporti è integrato il propulsore a zero emissioni. La vettura può essere guidata in diverse modalità: puramente elettrica, ibrida e GTE (sportiva). Prezzo di 38.300 euro.

BERLINE/WAGON
Volkswagen Passat 1.4 GTE Plug-in Hybrid DSG – 63,0 km/l
VolkswagenPassatGTE-001

Percorre sino a 50 km a zero emissioni, è a trazione anteriore e può contare su di una potenza complessiva di 218 cv a fronte di una percorrenza media fino a 63 km/l. Volkswagen Passat in versione sia berlina sia wagon beneficia della propulsione ibrida plug-in grazie all’abbinamento del noto 4 cilindri 1.4 TSI (turbo a iniezione diretta di benzina) da 156 cv con un’unità elettrica sincrona trifase a magneti permanenti – integrata nella scatola del cambio – capace di erogare fino a 116 cv. Ne derivano, quando i due sistemi lavorano congiuntamente, 218 cv e 400 Nm di coppia. La trasmissione è a tripla frizione – un classico cambio a doppia frizione al quale si aggiunge la frizione di separazione dell’unità termica dalla catena cinematica – DSG a 6 rapporti e contribuisce a uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi. La ricarica delle batterie richiede 4 ore e un quarto mediante una comune presa domestica. Prezzi di 47.000 euro per la berlina, 48.000 euro per la wagon.

AMMIRAGLIE
Mercedes-Benz S500e – 35,7 km/l

S 500 PLUG-IN HYBRID Fahraufnahme

Terza Classe S ibrida dopo S400h ed S300h, S500e può contare su di una potenza complessiva di 442 cv e una coppia di 650 Nm che le consentono di scattare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi – prestazione degna di una sportiva – percorrendo mediamente fino a 35,7 km/l. Valore, quest’ultimo, in linea più con una city car che con un’ammiraglia lunga oltre 5 metri e pesante quasi 20 quintali. L’autonomia in modalità esclusivamente elettrica si attesta a 33 km, mentre il moto è affidato alla combinazione di un 6 cilindri a V biturbo benzina di 2.996 cc con un’unità a zero emissioni. Powertrain ibrido plug-in che lavora in abbinamento a una trasmissione automatica a 7 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Le sospensioni pneumatiche adattive sono di serie. Prezzi da 118.290 euro.

MONOVOLUME
BMW 225xe Aut. Active Tourer – 50,0 km/l
BMW225xeActiveTourer-001

La monovolume tedesca unisce la tecnologia eDrive alla trazione integrale. Nel primo caso vengono abbinati il noto 3 cilindri 1.5 turbo a iniezione diretta di benzina da 136 cv e 220 Nm, posizionato (trasversalmente) all’avantreno insieme al cambio automatico Steptronic a 6 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, e un motore elettrico da 88 cv collocato al retrotreno. In corrispondenza dell’assale posteriore trovano posto anche le batterie al litio del sistema ibrido plug-in, pertanto ricaricabili mediante una comune presa di corrente, e il serbatoio del carburante. L’accoppiamento del 1.5 turbo con il propulsore a zero emissioni porta in dote complessivamente 224 cv e 385 Nm di coppia, oltre a consumi irrisori – 225xe percorre mediamente 50 km/l – all’autonomia in modalità puramente elettrica di 41 km (con una velocità massima di 125 km/h) e alle 4WD a gestione elettronica. Scatta da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi. Prezzi da 38.400 euro.

SUV
Audi Q7 3.0 TDI e-tron quattro tiptronic – 55,6 km/l

Dynamic photo, Colour: Florett Silver

Nonostante una massa di ben 2.445 kg e dimensioni extra large – è lunga oltre 5 metri – la SUV ibrida plug-in della Casa degli Anelli percorre fino a 56 km con un litro di gasolio. Un risultato eccezionale, reso possibile dall’abbinamento di un V6 3.0 TDI da 258 cv con un motore elettrico da 128 cv, integrato nel cambio automatico tiptronic a 8 marce del tipo mediante convertitore di coppia, così da erogare complessivamente 373 cv e 700 Nm. Ne conseguono uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e una velocità massima di 230 km/h. La capienza del bagagliaio è lievemente inferiore alle Q7 standard: 650/1.835 litri contro 890/2.075 litri. Le batterie al litio da 17,3 kWh, raffreddate a liquido, garantiscono un’autonomia in modalità puramente elettrica di 56 km. Costa 83.700 euro.

COUPÉ
BMW i8 – 47,6 km/l
BMWi8-001

Sbalorditiva. La coupé ibrida plug-in tedesca è mossa da un tricilindrico 1.5 a iniezione diretta di benzina sovralimentato mediante turbocompressore twin-scroll – attivo in corrispondenza del retrotreno – che lavora in abbinamento a un motore elettrico – che agisce sulle ruote anteriori – e a una batteria agli ioni di litio ricaricabile anche mediante una comune presa elettrica. La trazione è integrale. Al propulsore endotermico si accompagna una trasmissione automatica a 6 rapporti; all’unità a zero emissioni un cambio, sempre automatico, a 2 marce. La potenza complessiva si attesta a 362 cv e vengono promessi 37 km in configurazione esclusivamente elettrica. Grazie al telaio in alluminio e all’abitacolo 2+2 in poliuretano termoplastico misto a fibra di carbonio (CFRP), pesa 1.485 kg, percorre fino a 47,6 km/l ed emette 49 g/km di CO2 pur passando da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi. Prezzo di 139.650 euro.

SPIDER
Mercedes-Benz SLC 250d – 22,7 km/l

Mercedes-Benz SLC 300, designo cerrusitgrau magno, AMG Line Mercedes-Benz SLC 300, designo cerrusit grey magno, AMG Line

Un tempo si chiamava SLK, ora risponde al nome di SLC. La sostanza, però, non cambia: sportiva e raffinata, la spider tedesca è una due posti “secchi” dotata di un hard-top a scomparsa. Predilige una guida brillante ma priva di forzature, specie alla luce della taratura tutt’altro che granitica delle sospensioni. Analogamente alla sorella maggiore SL, può adottare il sistema Dynamic Select di derivazione C63 AMG e AMG GT: porta in dote la scelta tra cinque programmi di marcia adattando la taratura dell’elettronica, della servoassistenza dello sterzo, delle sospensioni, l’erogazione del propulsore e i punti d’innesto della trasmissione automatica a 9 rapporti. Il 4 cilindri 2.1 td da 204 cv abbinato all’allestimento Sport garantisce una percorrenza media fino a 22,7 km/l, uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi e una velocità massima di 245 km/h. Costa 45.820 euro.

CABRIOLET
DS3 Cabrio 1.6 BlueHDi – 32,3 km/l
DS3Cabrio-001

È una cabrio sui generis, dato che porte e montanti sono identici alla versione standard e l’unico tratto distintivo è costituito dalla presenza del tetto apribile in tela. Tanta originalità va a braccetto con l’adozione di un moderno 4 cilindri in linea td common rail 1.6 BlueHDi da 100 cv e 254 Nm di coppia, caratterizzato dalla tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) e dall’iniezione d’urea per la trasformazione degli ossidi di azoto (NOx) in innocui vapore acqueo (H2O) e azoto (N2). BlueHDI 100 che promette emissioni di CO2 contenute in 92 g/km a fronte di una percorrenza media straordinaria: fino a 32,3 km/l. Un risultato favorito dal peso contenuto (1.148 kg) e che non va a discapito delle prestazioni: DS3 Cabrio 1.6 BlueHDi scatta da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi e raggiunge i 182 km/h. Prezzi da 25.150 euro.

BENZINA
Suzuki Celerio 1.0 DualJet – 27,8 km/l
SuzukiCelerio-002

La city car nipponica a 5 porte può contare su di un bagagliaio dalla capienza di 254 litri con cinque persone a bordo; ben 43 litri più della compatta Swift. Un record. Le rivali Peugeot 108 e Citroën C1 non fanno meglio di 196 litri, mentre Toyota Aygo si attesta a 168 litri e la più grande (+30 cm) Volkswagen Polo può contare “solamente” su 280 litri. La versione top di gamma DualJet è mossa da un tricilindrico 1.0 12V a benzina da 68 cv e 90 Nm di coppia, forte della fasatura variabile e corredato di serie dei sistemi Start&Stop ed EGR, ovvero del ricircolo dei gas di scarico nelle camere di combustione così da contenere temperature interne ed eccesso d’ossigeno: principali fattori della formazione degli ossidi d’azoto (NOx). Complici il cambio manuale a 5 rapporti e il peso contenuto in 815 kg, scatta da 0 a 100 km/h in 14 secondi e percorre mediamente fino a 27,8 km/l. Costa 12.290 euro.

DIESEL
Peugeot 208 1.6 BlueHDi S&S – 33,3 km/l
Peugeot208-001

Vedette della rivoluzione stilistica Peugeot, la compatta francese è stata recentemente ristilizzata. I fari ora sono a LED, la mascherina è più pronunciata che in passato, i cerchi in lega hanno un design inedito e divengono disponibili nuove tinte carrozzeria, mentre in abitacolo sono confermati il volante di diametro ridotto – nota distintiva di 208 – abbinato al quadro strumenti in posizione rialzata rispetto allo standard e il display tattile da 7 pollici. Sotto il cofano pulsa un moderno 4 cilindri in linea td common rail 1.6 BlueHDi da 75 cv, caratterizzato dalla tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) e dall’iniezione d’urea, oltre che abbinato alla tecnologia Start&Stop. Promette una percorrenza media fino a 33,3 km/l, uno scatto da 0 a 100 km/h in 13,3 secondi – complici il peso contenuto in 1.070 kg e la precisione del cambio manuale a 5 marce – e una velocità massima di 171 km/h. Prezzo di 16.450 euro.

Articoli correlati

Continua...aperturaberlinemedie

Le migliori berline medie a cinque porte

Fiat Tipo… e le altre.
20 maggio 2016
Continua...Der neue Volkswagen Golf Alltrack

Le migliori station wagon a trazione integrale

Capienti, comode e funzionali, non temono i fondi a bassa aderenza.
04 maggio 2016
Continua...OpelAstraSportsTourer-apertura

Le migliori station wagon di medie dimensioni

Capienti, confortevoli e funzionali, ma non per questo noiose al volante o disgustose alla vista: le moderne famigliari sono...
03 maggio 2016
Continua...MPV-apertura

Speciale MPV: le migliori auto tuttofare

Contaminazione tra wagon e monovolume, massimizzano tanto la capacità di carico quanto l’abitabilità.
20 aprile 2016