SUV e crossover compatti: ecco i migliori sul mercato

I confini fra SUV e crossover sono sempre più incerti. Ecco i migliori modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L’ALIENO

Rivolge alla vettura lo stesso interesse che nutre per la lavatrice: l’apprezza quando funziona, spera consumi il meno possibile e carichi quanto una chiatta da fiume, ma è pronto a detestarla qualora porti in dote problemi di qualsivoglia genere. Il motore? Da qualche parte dovrebbe esserci… Detesta il benzinaio e non controlla mai la pressione dei pneumatici. Quando gli chiedono che modello d’auto possieda, va nel panico. È la vettura a prendersi cura di lui, non il contrario.

Ford Kuga 1.5 EcoBlue Titanium

Ford Kuga plug-in 2019, tre quarti anteriore statica con ricarica

Dobbiamo ancora provarla, ma il pianale in comune con la Focus è garanzia di un comportamento stradale tra i migliori in assoluto. Dentro, migliora parecchio la cura per la qualità, senza perdere nulla in termini di spazio. A proposito: il volume del bagagliaio può essere gestito a piacere facendo scorrere il divano in lunghezza. Una delle novità più interessanti della nuova generazione è l’arrivo della variante ibrida plug-in (da 38.250 a 42.000 euro, in base alle versioni). Questa versione accoppia un motore 2.5 a benzina e un elettrico, per un totale di 225 cv e 83,3 km/l di percorrenza media dichiarata, partendo da casa con le batterie piene e, ovviamente, fino a esaurimento della stessa. Successivamente, quando la Kuga inizia a funzionare come un’ibrida tradizionale, i consumi tornano a livelli decisamente più “normali”.Ford Kuga 2019, posteriore staticaGli altri motori disponibili sono il 1.500 EcoBoost, turbo a benzina da 150 cv, con prezzi a partire da 28.750 euro. A gasolio c’è invece una tripla possibilità. 1.5 da 120 cv (11,7 secondi per lo 0-100 km/h e 23,8 km/l), 2.0 da 190 cv (8,7 secondi e 16,9 km/l) e 2.0 mild hybrid (9,6 secondi e 20 km/l). In questo caso i prezzi partono, rispettivamente, da 29.750, 33.500 e 32.000 euro.

Honda HR-V 1.6 i-DTEC

Honda HR-V auto grigio su strada vista laterale lungomareL’aspetto è sportiveggiante, ma abitabilità e capacità di carico (470/1.533 litri) sono al top del segmento.  L’assetto? Moderatamente votato al comfort. La collocazione del serbatoio del carburante sotto i sedili della prima fila porta in dote tre diverse configurazioni delle sedute posteriori, a tutto vantaggio della praticità e della modularità degli interni. La HR-V è proposta in abbinamento a un 1.5 a benzina aspirato nelle due configurazioni da 131 cv o 182 cv, corredabile della trasmissione automatica a variazione continua (1.600 euro), oppure con un più equilibrato 1.6 td da 120 cv.Honda HR-V auto baule sedili reclinabili capienza capacità pieno carico

Il motore ideale per contenere i consumi è il 1.6 td da 120 cv che, complice il cambio manuale a 6 rapporti – unica opzione disponibile – garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi, una velocità massima di 188 km/h e, soprattutto, una percorrenza media di 20 km/l. Sin dall’allestimento base, Elegance Navi, sono di serie il climatizzatore automatico, l’assistenza alla partenza in salita, il cruise control e la frenata automatica d’emergenza.

Salendo di livello (+2.100 euro) si arricchisce notevolmente la dotazione di sicurezza che include l’avviso di superamento involontario della linea di corsia, i fari abbaglianti automatici, i fendinebbia e il riconoscimento dei segnali stradali. Prezzi da 23.050 euro per la 1.5 benzina, da 24.450 euro per la 1.6 iDTEC.

Kia Sportage 1.6 CRDi

Realizzata sulla base della medesima piattaforma della Hyundai Tucson, è giunta alla quarta generazione e offre una cura delle finiture degna dei marchi premium. Altro punto forte è l’abitacolo, spazioso e versatile. Dal punto di vista dinamico, non ama la guida veloce: il suo forte è il comfort. Due le motorizzazioni a benzina, 1.6 a 4 cilindri: asporata da 132 cv e 161 Nm e turbo da 177 cv e 265 Nm (dotata della trazione 4WD).

A queste si affianca il turbodiesel common rail 1.6 CRDi da 115 cv e 280 Nm, o 136 cv e 320 Nm; quest’ultimo è disponibile anche con la trazione integrale. C’è poi il mild hybrid: abbinato al motore 1.6 CRDi da 116 cv consente un consumo medio di 19 km/l (con cambio manuale), con il 2.0 CRDi da 185 cv i 14,7 km/l (13,9 in allestimento GT Line). Prezzi: da 24.500 euro la variante a benzina, da 27.000 euro la 1.6 turbodiesel e da 28.000 euro le mild hybrid a gasolio.Interni della Kia Sportage 2.0 CRDi AWD

Renault Kadjar 1.5 Blue dCi

Crossover di medie dimensioni, è lunga 4,45 metri e forte di una capacità del bagagliaio di 472/1.478 litri. È proposta a trazione anteriore oppure con le 4WD; in quest’ultimo caso corredata dei programmi di marcia Auto, Lock (vale a dire il blocco della ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno) e 2WD. Dotata della più recente evoluzione del sistema multimediale R-Link, completo di GPS TomTom, schermo touchscreen da 7 pollici e gestione mediante comandi vocali di navigazione, radio, telefono e applicazioni, brilla per comfort e intuitività.

La gamma motori spazia dal 1.3 TCe (turbo a iniezione diretta della benzina) nelle due varianti da 140 cv e 159 cv, al 1.5 dCi (turbodiesel common rail) da 116 cv, per arrivare al 1.7 dCi da 150 cv, anche a trazione integrale. La crossover francese, in configurazione 2WD, scatta da 0 a 100 km/h in 10,4 secondi, tocca i 203 km/h e percorre mediamente 16,9 km/l. Al cambio manuale a 6 marce è possibile preferire la trasmissione a doppia frizione EDC. Prezzi da 21.350 euro (1.3 TCe 140 cv Life), mentre Kadjar 1.5 dCi 115 cv vede il listino prezzi partire da 26.950 euro (allestimento Sport Edition).

SUBARU XV

Un po’ berlina sportiveggiante rialzata, un po’ station wagon, un po’ crossover: complici l’altezza da terra di 22 cm, le 4WD e la generosa capacità di carico, la Subaru XV è un’auto dai mille volti. L’arrivo del nuovo modello nel 2018 ha portato in dote una linea più slanciata, la rivisitazione quasi totale del design ma, soprattutto una piattaforma del 70% più rigida, garanzia di prestazioni dinamiche ancora migliori. Niente diesel, invece. La nuova XV è disponibile solo con motore Boxer benzina da 1.6 litri da 114 cv, oppure 2.0, sempre boxer, ma con l’aggiunta di un modulo elettrico da 12,3 kW, alimentato da una batteria da 0,6 kWh di capacità.

Interni della Subaru XV

Il marchio di fabbrica Subaru, vale a dire la trazione integrale permanente Symmetrical AWD, si avvale  del sistema X-Mode per gestire la risposta del motore, dei freni e della trazione su fondi scivolosi. La funzione Torque Vectoring migliora invece la distribuzione della potenza fra le ruote. Quest’ultima è presente su tutte le motorizzazioni e, anzi, con la nuova XV Subaru ha spinto ulteriormente verso le capacità off-road, grazie anche all’altezza da terra di 22 cm. Per tutte le versioni di serie è previsto il sistema di sicurezza Eyesight con Pre-collision Braking System (la frenata automatica d’emergenza) e Lane Sway Warning (che avverte il guidatore per il cambio involontario di corsia). Quattro gli allestimenti e prezzo di ingresso posto a 23.500 euro.