I diavoli dell’Inferno (verde)

La stagione per tentare il record del Nürburgring si avvicina. La Nordschleife attende la vettura che saprà battere il primato di 6’48” appartenente a Radical SR8 LM. Ecco le supercar stradali che hanno fatto registrare i migliori dieci tempi di sempre

5) Gumpert Apollo Sport – hot lap 7’11” – anno 2009

Nasceva in Germania – il costruttore è fallito – e adottava un propulsore di derivazione Audi; più precisamente un V8 (di 90°) di 4,2 litri con 5 valvole per cilindro sovralimentato mediante due turbocompressori, così da erogare 811 cv. Grazie anche a un cambio sequenziale a 6 rapporti, toccava i 360 km/h scattando da 0 a 100 km/h in meno di 3,0 secondi.
Gumpert Apollo
La trazione posteriore si avvaleva di un differenziale Torsen. La struttura tubolare in acciaio integrava una monoscocca in carbonio: una soluzione tutt’altro che comune che permetteva, complice la carrozzeria in fibre composite, di contenere il peso in 1.200 kg. Ampiamente regolabili, oltre alla taratura delle sospensioni KW, l’altezza da terra, l’inclinazione dell’alettone, il controllo della trazione e l’ABS. L’impianto frenante si avvaleva di dischi autoventilanti da 378 mm di diametro con pinze a 6 pistoncini. Costava 440.000 euro.