I diavoli dell’Inferno (verde)

La stagione per tentare il record del Nürburgring si avvicina. La Nordschleife attende la vettura che saprà battere il primato di 6’48” appartenente a Radical SR8 LM. Ecco le supercar stradali che hanno fatto registrare i migliori dieci tempi di sempre

3) Porsche 918 Spyder – hot lap 6,57” – anno 2013

Una delle supercar ibride plug-in più estreme al mondo. Dotata di una struttura monoscocca in carbonio, è mossa da tre motori: un V8 4.6 a benzina aspirato da 608 cv e due unità a zero emissioni che portano la potenza complessiva a 887 cv e la coppia a 1.280 Nm (130,6 kgm). La trazione integrale e la trasmissione a doppia frizione PDK a 7 rapporti consentono di scattare da 0 a 100 km/h in 2,6 secondi toccando una velocità massima di 345 km/h.
Un gingillo corredato di freni carboceramici e cerchi in magnesio, dal peso contenuto in 1.674 kg. Per il tentativo di record, l’ibrida di Zuffenhausen era dotata del pacchetto tecnico Weissach – foriero di un dimagrimento di 41 kg – composto da ruote forgiate, componenti aerodinamici in fibra di carbonio (tetto incluso), mozzi in ceramica, bulloneria in titanio e rimozione dei rivestimenti fonoassorbenti. Costa 793.426 euro.
Porsche 918 Spyder – pilota Marc Lieb – 4 settembre 2013
http://youtu.be/Bc9UUPNaOzE