Locandina a colori Salone di Ginevra 2020

Salone di Ginevra 2020, presenti e assenti

Tra conferme e (importanti) rinunce, ecco la lista delle novità che vedremo al Salone svizzero

31 gennaio 2020 - 16:55

È ormai un dato di fatto: ogni Casa automobilistica ha in gamma almeno un modello elettrico (qui la nostra rassegna dei migliori del 2019). E c’è da scommettere che questo sarà uno degli argomenti più dibattuti al 90° Salone di Ginevra, in programma dal 5 al 15 marzo. Ma quali marchi saranno presenti? Facciamo il punto sulle prime anticipazioni, che noi di RED avremo modo di approfondire nel corso del Salone con articoli, foto e video.

CHI CI SARÀ AL GIMS 

Al Geneva International Motor Show BMW svelerà l’inedita coupé a quattro porte i4 a trazione elettrica, attesa sul mercato nel 2021.
Leon hatchback e Leon Sportstourer sono le due novità lanciate da CUPRA, a cui si aggiunge la Formentor, presentata come concept lo scorso anno proprio a Ginevra.
Allo stand 5111 Fiat esporrà una delle vetture senz’altro più attese di questo 2020: la 500e. Sotto i riflettori ci sarà anche una Panda con tecnologia mild-hybrid. Jeep punterà i fari sull’esclusiva “First Edition” di Compass e Renegade 4xe. L’arrivo delle versioni plug-in hybrid nelle concessionarie è previsto per la prossima estate. Per concludere con il blocco FCA, Alfa Romeo dovrebbe (finalmente) togliere i veli alla versione destinata alla produzione della Tonale, modello presentato lo scorso anno sotto forma di concept.

FERRARI TRA NOVITÀ E CONFERME

È davvero un ottimo momento per il Cavallino Rampante, che nel 2019 si è riconfermato il marchio più forte al mondo, fra i 500 che hanno il maggior valore economico. Allo stesso tempo Ferrari ha stabilito un nuovo record di visitatori (oltre 600.000) per i suoi Musei di Maranello e Modena. E al Salone svizzero cosa presenterà? In attesa della Purosangue, il brand di Maranello farà conoscere al pubblico la nuova coupé Roma.

QUI FRANCIA

Il Gruppo PSA (Citroën, Peugeot, DS e Opel) parteciperà solo con il marchio DS, pronto a svelare l’inedita DS 9, in concessionaria nel corso del secondo trimestre del 2020, e a dare spazio al concept Aero Sport Lounge.

QUI GERMANIA

Di spessore le novità per il Gruppo Volkswagen, ma quella che più di tutte suscita la curiosità di molti è la nuova generazione di Audi A3. Quanto al marchio Volkswagen, l’attenzione sarà tutta concentrata su Golf GTI, Golf GTD e Touareg R, in anteprima mondiale. Non mancherà neanche Škoda (che è un’azienda ceca ma fa parte del Gruppo tedesco Volkswagen). Dirà la sua con due anteprime. La prima riguarda la gamma Kamiq, ora più appetibile con l’ingresso del city SUV Scoutline. L’altra novità è invece appannaggio della quarta generazione di Octavia, protagonista di un nuovo capitolo della storia della famiglia RS. Octavia RS iV sarà la prima Škoda RS a essere spinta da una motorizzazione ibrida plug-in.
Seat farà toccare con mano al grande pubblico la nuova Leon, dopo averla svelata in anteprima ai giornalisti nei giorni scorsi. Una vettura importante, su cui Seat ha investito oltre 1,1 miliardi di euro, principalmente nello sviluppo del modello e nel miglioramento dell’impianto produttivo.
Cambiando Gruppo, Mercedes conferma la sua presenza con il restyling della Classe E e il lancio del nuovo GLA, ottavo modello della gamma di compatte. 
Porsche, che sta vivendo un periodo di grande fermento, arriva al Salone con un fitto calendario di iniziative per i prossimi due anni e forte di un 28% in più di consegne nel nostro Paese rispetto all’anno precedente. Cosa presenterà a Ginevra? La 911 Turbo e la Taycan.

QUI GIAPPONE 

Honda? Presente, con la sua grande novità del 2020, la Jazz, ora solo ibrida ma pratica come sempre, disponibile in Europa a partire dalla prossima estate.
Mazda approfitterà del palcoscenico di Ginevra per festeggiare i suoi gloriosi 100 anni di storia. Il traguardo sarà sancito dal lancio della sua prima vettura elettrica: la MX-30.
Toyota fa parlare di sé con il primo “Yaris B-SUV”, il cui nome non si conosce ancora. Questo modello tanto atteso avrà base Yaris e motori ibridi.
Per rimanere in Oriente, anche se in Corea e non in Giappone, all’appello svizzero risponderà anche Hyundai, con la i30 e KIA con la Sorento. 

GLI ASSENTI ILLUSTRI 

Tra le rinunce prestigiose segnaliamo quella di FORD, impegnata nella promozione della nuova Puma (tra l’altro in lizza per il titolo di “Car of the year 2020“). 
Lamborghini ha fatto sapere che non ci sarà perché concentrata su altri fronti: tra questi lo sviluppo di varianti ibride delle supersportive di nuova generazione ed eventi esclusivi.
Daranno forfait anche il Gruppo Jaguar Land Rover, MINI, Mitsubishi, Nissan, SubaruTesla.
Non del tutto assente, infine, Volvo, che nei giorni scorsi ha presentato alla stampa italiana la sua Recharge: il marchio svedese si paleserà infatti con il suo brand completamente dedicato all’elettrico Polestar.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Renault Twingo Z.E.
la citycar è elettrica

Cupra Leon si fa in tre: “anti superbollo”, ibrida plug in e top, da 310 cv

Mercedes-AMG GLA 45 S 4Matic+ vs Audi RSQ3 Sportback. Il confronto