Le migliori bici Gravel per pedalare su ogni terreno

Hanno geometrie confortevoli, gomme larghe, freni a disco e un nome figo. In più, sono in grado di portarti dappertutto e di farlo velocemente. Ecco le nostre preferite.

Pinarello Grevil+

Anche se non ci fosse il logo sul down tube, la paternità non sarebbe in discussione. Il DNA Pinarello traspare un po’ ovunque dalle linee sinuose di telaio e forcella. Lo slogan “Full Gas Everywhere” già dice tutto di questa gravel, pensata per divertirsi ovunque, possibilmente in velocità… Le versioni sono due, Grevil+ e Grevil, entrambe accomunate dalle soluzioni tecniche del telaio ma diversificate nel materiale utilizzato: Torayca T1100G per la prima e T700 per la seconda. Il telaio, nato da un foglio bianco, è asimmetrico nel carro (con i foderi di destra ruotati verso il basso), nel tubo obliquo, nella scatola del movimento e negli steli della forcella, soluzioni alle quali Pinarello si affida per rendere la pedalata più efficiente e ottimizzare la risposta del telaio.Il passaggio dei cavi è interno e c’è la possibilità di montare ruote da 700×42 e 650×2,1″. Due sono le varianti cromatiche per la Grevil+ e tre per la Grevil, entrambi i modelli sono disponibili nella sola configurazione frame-kit.

3T GT Scott
Basso Ibis Specialized
Bergamont Lapierre Surly
Bianchi Look Titici
BMC Niner T°Red
Cannondale Norco Trek
Canyon Open Wilier
Carrera Pinarello
Cinelli Ridley
Ferremi Ritchey
Giant Salsa
Gios Santa Cruz